Ingenuity ha sorvolato ancora una volta i cieli marziani, completato con successo il 18° volo

Ingenuity ha trascorso quasi 33 minuti in volo nell'aria marziana, e ha visitato 10 diversi "aeroporti" del Pianeta Rosso

MeteoWeb

Il drone-elicottero della NASA Ingenuity ha sorvolato ancora una volta i cieli marziani.
Ingenuity ha completato con successo il suo 18° volo, aggiungendo 124,3 secondi al suo tempo complessivo in volo sul Pianeta Rosso,” hanno confermato i funzionari del Jet Propulsion Laboratory (JPL) della NASA.
Ingenuity ha percorso 230 metri a 9 km/h durante il nuovo viaggio, che ha avuto luogo mercoledì 15 Dicembre.

L’elicottero è atterrato lo scorso Febbraio con il rover Perseverance della NASA sulla superficie del cratere Jezero, largo 45 km, che ha ospitato un grande lago e il delta di un fiume miliardi di anni fa.
L’obiettivo principale di Ingenuity era dimostrare che il volo a motore è possibile nell’aria rarefatta di Marte. Il piccolo elicottero ha completato con successo la missione nel corso di 5 voli iniziali, poi ha beneficiato di un’estensione delle missione durante la quale ha spinto i suoi limiti e ha assunto il ruolo di ricognitore per il rover Perseverance.
Il velivolo ad ala rotante si è comportato estremamente bene, accumulando un’impressionante serie di successi. Ingenuity ha trascorso quasi 33 minuti in volo nell’aria marziana, e ha visitato 10 diversi “aeroporti” del Pianeta Rosso.

Pochi pensavano che saremmo arrivati ​​al primo volo, meno ancora al quinto. Nessuno pensava che ce l’avremmo fatta ad arrivare fino a questo punto,” ha affermato il capo del team di Ingenuity, Teddy Tzanetos.

Nella lunga serie di successi, però, si è registrato qualche “intoppo”: ad esempio, durante il suo 6° volo, che ha avuto luogo il 23 Maggio, Ingenuity ha subito un problema tecnico che ha interrotto il flusso delle immagini di navigazione al suo computer di bordo. Il collegamento di comunicazione tra Ingenuity e Perseverance si è interrotto poi durante la discesa dell’elicottero durante il volo 17, avvenuto il 5 Dicembre. Questa complicazione ha ritardato la valutazione della missione da parte del team, che alla fine è stata considerata un completo successo.
L’interruzione delle comunicazioni dati tra l’elicottero Ingenuity e la stazione base sul rover Perseverance durante il volo 17 si è verificata quando il segnale è stato bloccato da un terreno sopraelevato tra i due mentre Ingenuity scendeva alla fine del volo,” è stato spiegato. “In effetti, Ingenuity è volato dietro una collina o fuori dalla linea di vista del rover, interrompendo brevemente le comunicazioni ad alta velocità tra i due veicoli spaziali“.