Previsioni Meteo: lotta tra alta pressione e correnti più fredde nord-atlantiche verso fine dicembre e inizio gennaio

Previsioni Meteo: sul finire del 2021 nuovo possibile cambiamento della circolazione, dopo le piogge nelle festività natalizie. Le ultimissime

MeteoWeb

Da qualche giorno, le nostre previsioni meteo sul lungo periodo stanno considerando, sulla base delle simulazioni modellistiche, un ripristino di circolazione meridiana a scala europea e mediterranea. Per circolazione meridiana, intendiamo naturalmente una disposizione delle figure bariche con asse Nord/Sud anziché Ovest/Est, con due protagonisti principali, ossia l’alta pressione oceanica da una parte e una saccatura instabile e relativamente fredda mediamente nord-atlantica o nord-europea. Dunque, il flusso umido instabile oceanico responsabile di più piogge su buona parte delle nostre regioni sembrerebbe perdere efficacia per fine mese e per inizio anno nuovo, dopo aver in qualche modo caratterizzato la circolazione per le festività natalizie, ossia dal 24/25 dicembre e probabilmente fino al 28 del mese.

A oggi, individuare quale circolazione possa prendere più piede intorno a Capodanno è ancora piuttosto difficile. Stando al dato medio ultimo in bassa Stratosfera, intorno ai 100 hpa ( 15.000/16.000 m), sezione atmosferica meno sensibile a stravolgimenti da una emissione e l’altra (mappa interna del modello americano GFS), è confermato per il 31 dicembre la duplice azione, con l’Italia sostanzialmente contesa tra l’alta pressione a Ovest e una bassa pressione più fredda che dall’Artico scandinavo punterebbe verso Sud. Le simulazioni attualmente propenderebbero per una leggera prevalenza delle correnti più fredde settentrionali a cavallo tra fine mese e inizio anno, ma, naturalmente, nulla può essere dato per certo a una distanza ancora di circa 10 giorni. Allo stato attuale dei dati entrambe le figure potrebbero prendere improvvisamente il sopravvento: nel caso dovesse prevalere l’alta pressione naturalmente potremmo avere una fine e un inizio anno abbastanza soleggiati sull’Italia, ma con inversioni termiche notturne e freddo di notte e al mattino; se invece a prevalere dovesse essere il flusso sub-polare marittimo o scandinavo, allora l’ultima parte del 2021 e i primi giorni del 2022, potrebbero essere caratterizzati da più diffusa instabilità, piogge sparse e magari anche da locali nevicate fino a bassa quota. La redazioni MeteoWeb continuerà a monitorare il possibile tempo verso Capodanno, apportando quotidiani aggiornamenti.