Previsioni Meteo: alta pressione nei prossimi 3/4 giorni su gran parte d’Italia, attenzione alle gelate diffuse

Previsioni Meteo: moderati spifferi più freschi potranno interessare le regioni del medio-basso Adriatico e appenniniche meridionali qui con qualche fastidio. Gelate diffuse. I dettagli.

MeteoWeb

Come da previsioni meteo, la pressione è andata progressivamente aumentando nelle ultime ore sull’Italia, con affermazione di un campo anticiclonico oramai su gran parte del paese. Si tratta di un anticiclone originariamente nordafricano, con imput dal territorio algerino-marocchino e maggiormente indirizzato verso il Centro Ovest Europa e anche l’Ovest Mediterraneo. Nei prossimi giorni, tuttavia, l’azione di un ramo secondario del getto oceanico all’indirizzo delle Canarie andrà a resecare il contributo più direttamente nordafricano, isolando i massimi di pressione verso la Francia e poi il Regno Unito, e consentendo alla struttura di alta di avere una maggiore caratterizzazione di tipo atlantico.

Questa manovra, per di più, manterrà un po’ più destrutturata la figura stabilizzante sul suo bordo orientale, che coinciderà con le nostre aree centro-meridionali adriatiche e del Sud. Su questi comparti, le previsioni meteo confermano infiltrazioni di aria più fresca da Nord con maggiori fastidi rispetto al resto del paese, fastidi che non saranno di particolare rilievo, tuttavia in grado di arrecare su queste aree una maggiore nuvolosità e anche qualche debole pioggia sparsa, tra Abruzzo, Molise, settori interni campani, lucani e Nord Puglia. Un po’ di nubi irregolari potranno interessare anche il resto del paese, tuttavia senza effetti degni di nota e comunque in un contesto caratterizzato da schiarite soleggiate prevalenti. Altro fenomeno da evidenziare in queste giornate anticicloniche è la nebbia che potrà intensificarsi sulla Pianura Padana, soprattutto centro-orientale. Infine, un rilievo anche in riferimento alle gelate che continueranno a essere estese soprattutto al Nord, fino in pianura, sulle aree interne del Centro, un po’ meno al Sud, ma pur presenti localmente nelle aree interne appenniniche. Rileviamo che l’alta pressione  potrà subire un attacco più significativo nel prossimo fine settimana a opera di correnti più fredde di matrice continentale con l’avvento di una nuova fase invernale all’insegna di più freddo e anche di nevicate fino a bassa quota. Ulteriori approfondimenti su questa tendenza nel medio periodo, nei nostri quotidiani aggiornamenti.