Previsioni Meteo: fine anno all’insegna dell’instabilità, possibili risvolti più freddi

Previsioni Meteo: aggiornamenti serali che avvalorano l'ipotesi più meridiana per fine anno con rischio di maltempo più invernale. Le ultimissime

MeteoWeb

Conferme anche dalle previsioni meteo ultime circa un tempo che andrebbe progressivamente peggiorando proprio in corrispondenza delle festività natalizie e di fine anno. Dell’azione perturbata ma più mite atlantica che si realizzerebbe da Natale e fino al 27/28 del mese, tratteremo in altra apposita sede, in questa, invece, evidenziamo un aggiornamento serale dei modelli vocato a una reiterata instabilità anche per gli ultimi giorni dell’anno e con probabilità che, nel corso di essi, possa innestarsi anche una componente più fredda settentrionale nell’azione perturbata.

Nelle nostre quotidiane previsioni meteo sul medio-lungo periodo, stiamo già evidenziando da giorni come la fase a cavallo tra fine anno e l’inizio del 2022 possa presentare azioni più meridiane, quindi con circolazione Nord/Sud, talora con maggiore influenza anticiclonica, in qualche altra farsa, invece, influenze più instabili nordeuropee e anche più fredde. Il quadro di massima sarebbe impostato in questo senso, mentre l’aggiornamento serale un po’ di tutti modelli, anche di quello europeo e ECMWF, anticipa i tempi di un’azione perturbata e anche relativamente fredda proprio tra il 29 e il 30 dicembre. La configurazione barica attesa sarebbe quella espressa nell’immagine in evidenza, con schietta rimonta anticiclonica sull’Europa occidentale, dal Marocco fino all’altezza del Regno Unito attraverso la Penisola iberica e la Francia occidentale; di contro, una saccatura scandinava in affondo verso l’Europa centrale e anche verso i settori centrali del nostro bacino, proprio in corrispondenza dell’Italia. Secondo i dati serali, potrebbe innescarsi anche una bassa pressione proprio sul Centro Sud Italia, dapprima con piogge diffuse su tutta la penisola poi, via via, in seguito allo spostamento del minimo dal Centro Nord verso il Sud, entrerebbe anche aria più fredda che potrebbe determinare anche locali nevicate fino a quote collinari o anche basse localmente. Naturalmente si tratta di una sola simulazione, la prima più schiettamente invernale da parte dei centri di calcolo, ma soprattutto una simulazione per una fase ancora piuttosto lontana, a 9/10 giorni e, quindi, tutt’altro che affidabile. In ogni modo, sono scenari che ricalcano il quadro tendenziale già riportato da giorni e che naturalmente costituiscono qualche tassello in più riferimento alla sua credibilità. La redazione di MeteoWeb continuerà a monitorare l’evoluzione verso la fine dell’anno, attraverso quotidiani aggiornamenti.