Previsioni Meteo: spiragli di sole e stabilità verso metà mese, possibile fase anticiclonica

Previsioni meteo: possibili onda più stabilizzante nel corso della seconda decade anche verso il Mediterraneo centrale, ma non sembrerebbe molto duratura e con i disturbi tipici dell'alta pressione mediterranea. Le ultimissime

MeteoWeb

Dopo una lunga serie di giornate instabili, spesso perturbate e in diversi casi anche con temperature piuttosto fredde, le previsioni meteo verso metà mese sembrerebbero ipotizzare una fase più anticiclonica anche sul Mediterraneo centrale. Si tratta di prime simulazioni contemplanti un contesto barico più stabilizzante, conseguente ad un rafforzamento temporaneo del Vortice Polare, quindi minore spinta verso Sud da parte dei cavi perturbati nord-atlantici e maggiore distensione dell’alta pressione Azzorriana anche verso l’Europa centro-meridionale e l’Italia. Proprio perché prime indicazioni, l’evoluzione va naturalmente confermata con i nostri quotidiani e successivi aggiornamenti sul medio-lungo periodo, tuttavia dal dato modellistico, sembrerebbe prospettarsi qualche giornata con maggiore calma atmosferica.

Va precisato, però, al di là della conferma, che, quand’anche effettivamente si realizzasse un contesto più anticiclonico sul nostro bacino, andrebbero comunque computati gli effetti tipici mediterranei dell’alta pressione, effetti che comunque potrebbero inibire diffusamente un ampio soleggiamento. Intanto, andrebbe rilevato che l’alta pressione potrebbe consentire infiltrazioni di aria più fresca settentrionale lungo il bordo orientale, con fastidi possibili sulle regioni del medio-basso Adriatico ed estreme meridionali, soprattutto ioniche, magari qui con cieli più spesso nuvolosi o irregolarmente nuvolosi e anche con qualche debole pioggia sparsa. Da rilevare, altresì, un possibile contesto piuttosto uggioso, nel senso di cieli spesso coperti, nebbie e foschie ricorrenti, soprattutto sulle regioni del medio-alto Tirreno e sulle pianure del Nord, dove l’alta pressione, comprimendo i bassi strati e, altresì, convogliando correnti più umide marittime verso la terraferma, potrebbe comportare questi fastidi tipici di un regime anticiclonico. Per il resto del territorio, effettivamente potrebbero avere corso un po’ di giornate più stabili e anche più ampiamente soleggiate. Le previsioni meteo computerebbero anche un aumento delle temperature, soprattutto diurne, un po’ su tutto il paese, magari aumento meno apprezzabile sull’estremo Sud, sui settori ionici e sulle isole maggiori. Ulteriori dettagli sull’evoluzione del tempo per il corso della seconda decade di dicembre, nei nostri periodici aggiornamenti sul medio-lungo periodo.