Scoperto embrione di dinosauro in incredibile stato di conservazione, “sembra morto ieri”

Gli studiosi hanno scoperto molte antiche uova e nidi di dinosauri, ma Baby Yingliang è unico nel suo genere

MeteoWeb

Circa 70 milioni di anni fa, un piccolo dinosauro simile a uno struzzo si contorceva all’interno del suo uovo, mettendosi nella posizione migliore per schiudersi, ma quel fatidico momento non arrivò mai: l’embrione, soprannominato “Baby Yingliang“, morì e rimase nel suo uovo per decine di milioni di anni, fino a quando, di recente, i ricercatori non hanno trovato i suoi resti fossili in Cina.

Gli studiosi hanno scoperto molte antiche uova e nidi di dinosauri nel secolo scorso, ma Baby Yingliang è unico nel suo genere. “Questo scheletro non è solo completo dalla punta del muso alla fine della coda: è incurvato in una posizione all’interno del suo uovo come se fosse morto proprio ieri,” ha affermato la co-ricercatrice Darla Zelenitsky, della University of Calgary, in Canada.

Baby Yingliang
Credit: Xing et al.

Questa posa rannicchiata è ciò che affascina di più i ricercatori. È noto che gli embrioni di uccelli viventi si posizionano nel modo migliore, fatto che aiuta la schiusa. Questi comportamenti però non erano mai stati documentati nei dinosauri, fino ad ora.

La scoperta di questo embrione suggerisce che alcuni comportamenti prima della schiusa, che in precedenza erano considerati unici per gli uccelli, potrebbero essere radicati più profondamente nei dinosauri molte decine o centinaia di milioni di anni fa,” ha dichiarato a Live Science la ricercatrice Fion Waisum Ma, della university of Birmingham nel Regno Unito.

L’uovo di Baby Yingliang – riportato alla luce nella città di Ganzhou, nel sud-est della Cina, nel 2000 – non è stato analizzato fino al 2015. È stato allora che Yingliang Group, una società cinese di pietre che aveva acquisito l’uovo, ha riscoperto il fossile durante la costruzione del Yingliang Stone Natural History Museum, un museo pubblico a Xiamen, in Cina.

Baby Yingliang
Credit: Lida Xing et al.

E’ stata realizzata la preparazione dei fossili, che ha rivelato il bellissimo scheletro dell’embrione,” ha riferito Ma. “È uno degli embrioni di dinosauro meglio conservati mai riportati dalla scienza“.
L’embrione dell’Oviraptoridae – un dinosauro bipede, senza denti, simile a un uccello e piumato – misurava quasi 27 cm di lunghezza, ma aveva assunto una posizione curva per adattarsi al suo uovo ovale lungo 17 cm. Lo scheletro era rannicchiato, con la testa appoggiata sull’addome e le gambe su ciascun lato della testa. Sembra essere un embrione in fase avanzata, “che è approssimativamente correlato a un embrione di pollo di 17 giorni (che si schiude il giorno 21),” ha detto Ma.

Proprio come un embrione di pollo ben posizionato, Baby Yingliang si stava preparando a nascere. Nelle uova di gallina, l’embrione muove il corpo e gli arti per assumere una precisa serie di posizioni pochi giorni prima della schiusa, ha ricordato l’esperta. Il giorno della schiusa, l’embrione è nella posizione migliore per uscire dall’uovo, con il corpo curvato e l’ala destra sopra la testa. Si pensa che questa posizione aiuti a stabilizzare e dirigere la testa quando l’embrione usa il becco per rompere il guscio d’uovo. “Non riuscire a farlo aumenta la possibilità di morte, poiché è meno probabile che l’embrione esca dall’uovo con successo,” ha detto Ma.

La posizione unica di Baby Yingliang suggerisce una strategia simile a quella dei polli e di altri uccelli moderni. “Prima di questo studio, non sapevamo davvero come fossero posizionati i dinosauri nelle loro uova perché i precedenti embrioni fossili erano troppo frammentati,” ha spiegato Zelenitsky a Live Science. “Ora possiamo notare abbastanza bene che i dinosauri Oviraptoridae avevano posture simili a quelle degli uccelli durante l’incubazione all’interno delle loro uova“.

In sostanza, gli uccelli hanno ereditato questi comportamenti prima della schiusa dai loro antenati dinosauri, ha detto Zelenitsky: “Questo studio rafforza la nostra comprensione della stretta relazione evolutiva tra dinosauri e uccelli“.

Lo studio è stato pubblicato su iScience.