Spazio, nuovo successo per la Missione ExoMars: riuscito doppio test per i paracadute [FOTO]

"Entrambi i paracadute si sono dispiegati e hanno volato magnificamente," ha spiegato il leader del team del programma ESA ExoMars

MeteoWeb

Il più grande paracadute destinato a volare su Marte ha completato con successo il suo primo test di caduta ad alta quota, un passaggio fondamentale per garantire la riuscita della missione ExoMars il cui lancio è previsto nel Settembre 2022. I test sia del primo che del secondo stadio del paracadute hanno avuto successo quest’anno, spiega l’Agenzia Spaziale Europea.

Un paio di test di caduta ad alta quota si sono svolti in Oregon il 21 Novembre e il 3 Dicembre. Il paracadute subsonico largo 35 metri – il più grande mai volato su Marte – è stato il fulcro dell’ultima campagna. Un paracadute è stato prodotto dalla società europea Arescosmo, con il supporto fornito dalla Airborne Systems, con sede negli Stati Uniti.

Entrambi i paracadute si sono dispiegati e hanno volato magnificamente,” ha spiegato Thierry Blancquaert, leader del team del programma ESA ExoMars. “Abbiamo massimizzato le lezioni apprese da tutti i test precedenti e con questo doppio successo a seguito dell’impressionante dispiegamento del primo stadio del paracadute all’inizio di quest’anno, siamo davvero sulla buona strada per il lancio. Abbiamo dimostrato di avere due paracadute per volare su Marte“.

Il team continuerà a effettuare test per verificare la robustezza della selezione finale di paracadute, con maggiori opportunità di test di caduta in quota possibili nel 2022 sia per il primo che per il secondo stadio.

ExoMars ESA paracadute
Credit ESA

Il lancio della missione ESA-Roscosmos ExoMars è previsto per Settembre 2022: dopo una crociera interplanetaria di quasi 9 mesi, un modulo di discesa contenente il rover e la piattaforma verrà rilasciato nell’atmosfera marziana a una velocità di 21mila km/h. Il rallentamento richiede uno scudo termico, due paracadute principali e un sistema di propulsione a razzo attivato 30 secondi prima dell’atterraggio. Il paracadute principale del primo stadio, largo 15 metri, si aprirà mentre il modulo di discesa starà ancora viaggiando a velocità supersoniche, e il paracadute principale del secondo stadio, largo 35 metri, verrà dispiegato a velocità subsoniche.