Il ciclone bomba “Barra” sta per abbattersi sul Regno Unito: venti da uragano e bufere di neve, Irlanda col fiato sospeso

"Un evento meteorologico significativo e grave" colpirà l'Irlanda: la tempesta Barra porterà venti da uragano, forti piogge e rischio inondazioni; allerta anche nel Regno Unito

/
MeteoWeb

Una violenta tempesta nordatlantica, rinominata Barra, si dirige verso Irlanda e Regno Unito, portando venti violentissimi e grandi onde. Condizioni di forte maltempo sono previste, dunque, in Irlanda, Scozia, Galles e Inghilterra nei prossimi due giorni. Mentre una buona quantità di neve cadrà sulle Highlands scozzesi, violenti venti e forti piogge creeranno disagi nel resto delle aree indicate.

Si prevede che i venti saranno forti, localmente distruttivi con intensità potenzialmente da uragano lungo la costa occidentale-sudoccidentale dell’Irlanda. Sono possibili anche onde distruttive con altezze fino a 12 metri. Questo sistema sarà una classica bombogenesi, un termine piuttosto popolare usato dai meteorologi di tutto il mondo per indicare cicloni che si verificano quando una massa d’aria fredda si scontra con una massa d’aria calda, come l’aria fredda sulle calde acque oceaniche. La formazione di questa bassa pressione che si rafforza rapidamente è un processo chiamato bombogenesi, che crea ciò che è noto come ciclone bomba.

La tempesta Barra porterà molta pioggia nell’Europa occidentale, specialmente in Irlanda e nel Regno Unito occidentale. Alcune aree potranno ricevere fino a circa 80-120mm di pioggia fino alla sera di mercoledì 8 dicembre e potrebbero verificarsi esondazioni dei fiumi.

Ma il problema maggiore saranno i violenti venti che si generanno con il sistema, grazie alla sua rapida intensificazione e al processo di ciclogenesi. Le raffiche di vento più forti supereranno i 160km/h, forse arriveranno vicino ai 200km/h. Tali venti estremi potrebbero anche raggiungere la costa irlandese. Ma i venti saranno violenti anche in molte aree dell’Irlanda e del Regno Unito martedì 7 dicembre.

Un altro problema causato dalla tempesta Barra sarà il mare molto mosso. Le onde più alte probabilmente colpiranno l’Irlanda occidentale e sudoccidentale, ma potrebbero essere abbastanza alte anche nell’Inghilterra sudoccidentale e snella Francia nordoccidentale (Bretagna) martedì 7.

Il Met Office, il servizio meteorologico nazionale del Regno Unito, ha emesso un’allerta meteo per l’Irlanda del Nord dalle 09:00 GMT di martedì fino alla mezzanotte dello stesso giorno, mentre pesanti allerte meteo sono state diramate anche in Irlanda, con allerta rossa nella contee occidentali di Cork e Kerry a partire da domani mattina. Allerta arancione, invece, per le contee di Mayo, Galway, Clare, Limerick, Waterford and Wexford; nel resto del Paese è prevista allerta gialla ma potrebbe essere aggiornata.

La tempesta colpirà la costa occidentale e sud-occidentale dell’Irlanda dalle 6 del mattino e Met Éireann, il servizio meteorologico nazionale irlandese, ha avvertito che i venti e le forti piogge potrebbero durare fino a 24 ore. La minaccia rappresentata dalla seconda tempesta atlantica della stagione è esacerbata dal fatto che il suo impatto sull’Irlanda durerà per quasi 24 ore, aumentando il potenziale di danni strutturali, alberi caduti e inondazioni. La tempesta è così vasta che il suo occhio potrebbe estendersi su diverse contee irlandesi. La maggiore preoccupazione è focalizzata sul pericolo rappresentato da mari in tempesta e venti distruttivi nelle aree costiere dell’ovest e del sud-ovest. Il rischio di danni alla proprietà è tale che le famiglie delle cinque contee più minacciate sono state invitate a mettere in sicurezza tutti i mobili da giardino e le decorazioni natalizie esterne.

Secondo Evelyn Cusack, responsabile delle previsioni di Met Eireann, domani mattina arriveranno forti piogge e venti burrascosi sul Paese. Esiste “un pericolo per la vita”, oltre al rischio di neve e inondazioni a causa della tempesta Barra nei prossimi due giorni, ha aggiunto. Cusack ha affermato che le autorità locali e i servizi di emergenza si stanno preparando per i molteplici rischi causati da “un evento meteorologico significativo e grave” che inizierà prima dell’alba di domani. La tempesta colpirà la costa occidentale tra le 4 e le 5 di domani mattina e si estenderà rapidamente in tutto il Paese, ha spiegato Cusack.

L’esperta ha parlato anche della possibilità di blizzard di neve per alcune ore in alcune parti del Donegal, Sligo e nel nord-ovest. Il maltempo produrrà condizioni di guida molto pericolose per tutta la giornata di domani e fino a mezzogiorno di mercoledì. Per questo, ha esortato le persone a prestare molta attenzione.

Mentre l’ovest dell’Irlanda riceverà il peggio della tempesta, sono state diramate allerte gialle per vento anche in Inghilterra, Galles e Irlanda del Nord, mentre sono state emesse allerte per neve nella Scozia meridionale e occidentale. La tempesta Barra arriva mentre migliaia di persone sono ancora senza riscaldamento e acqua calda dopo che la tempesta Arwen ha colpito le forniture di energia a più di un milione di famiglie 10 giorni fa.  La maggior parte delle case colpite si trova nel nord-est dell’Inghilterra. Il Met Office ha avvisato di venti di 70-80km/h martedì e mercoledì.