Covid: cambiano le regole UE sui viaggi, spariranno le mappe di contagio

Le restrizioni non saranno più legate all'aerea di arrivo ma alla situazione del viaggiatore

MeteoWeb

L’Unione Europea prepara un nuovo modello di gestione della pandemia per i viaggi superando il sistema dell’area geografica di provenienza dei viaggiatori, cioè delle mappe di contagio che resteranno “solo a livello informativo“, un cambiamento volto a facilitare la mobilità e a recuperare una certa normalità: è quanto prevede il testo della raccomandazione concordato dagli ambasciatori UE e anticipato da El País in vista del consiglio affari generali di martedì.
Le restrizioni non saranno più legate all’aerea di arrivo ma alla situazione del viaggiatore, cioè vaccinazione, guarigione o test (sempre 72 ore per i molecolari, 24 e non oltre 48 per gli antigenici). Le persone che sono state vaccinate, che hanno superato la malattia o che hanno test con esito negativo potranno muoversi liberamente.

La mappa di incidenza che raccoglie i casi degli ultimi 14 giorni, predisposta dal Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie e che finora ha determinato le possibilità di spostamento, continuerà ad essere aggiornata settimanalmente, ma avrà un carattere meramente informativo.