Covid, Cecchetto: “le discoteche sono posti più sicuri di altri ma sono a rischio di estinzione”

"Nelle enciclopedie fra poco scriveranno 'c'erano una volta le discoteche'"

MeteoWeb

E’ pazzesco, è una storia infinita: nelle enciclopedie fra poco scriveranno ‘c’erano una volta le discoteche’”: è il commento di Claudio Cecchetto al probabile slittamento al 15 Febbraio dell’apertura dei locali da ballo, provvedimento che potrebbe essere contenuto nel decreto che uscirà oggi dal Consiglio dei Ministri. “Le discoteche sono a rischio di estinzione – ha dichiarato il dj e produttore musicale all’Adnkronos – Ed è logico che molti del settore hanno cambiato lavoro, ma speriamo che il 15 sia la volta giusta”. ”A mio figlio ho consigliato di fare il vaccino, anche perché, oltre a proteggerti, così vai in vacanza e in discoteca. Questo è uno dei motivi che hanno dato per farlo. Se però chiudi lo stesso, come è avvenuto, il vaccino non lo faranno più. Tornando alle discoteche, ritengo che siano posti più sicuri di altri e i gestori vogliono fare andare in maniera corretta le cose, rispettando le regole, perché sono i primi a rimetterci”.