Covid, il sottosegretario Costa: “lo Stato interviene e indennizza in caso di danno dai vaccini”

Il sottosegretario Costa: "già oggi in presenza di una vaccinazione di massa a tutela della salute pubblica, lo Stato interviene e si fa carico e indennizza qualora ci siano dei danni ai cittadini"

MeteoWeb

Con il decreto varato ieri sera dal Consiglio dei Ministri, viene introdotto l’obbligo di vaccinazione anti-Covid per gli over 50. “Con i provvedimenti approvati ieri dal Consiglio dei Ministri, abbiamo cercato ancora una volta di anticipare e gestire questa situazione cosi’ delicata. L’obbligo vaccinale per gli over 50 in realta’ scatta quando il decreto viene pubblicato, quindi prima del 15 febbraio”, ha precisato Andrea Costa, sottosegretario alla Salute, su Rai Radio1 a Radio anch’io.

Per noi l’obbligo vaccinale non e’ mai stato un tabu’ – ha aggiunto – e’ chiaro che valuteremo settimana per settimana l’andamento dell’epidemia. Ad oggi abbiamo previsto questa estensione che riguarda 2,5 milioni di cittadini, una platea molto importante, che rischia di piu’ e quindi riteniamo che sia un provvedimento in grado di dare una risposta importante. Poi valuteremo nei prossimi giorni e settimane”.

Sul tema del consenso informato, al di la’ delle modifiche e delle scelte che valuteremo nei prossimi giorni, gia’ oggi in presenza di una vaccinazione di massa a tutela della salute pubblica, lo Stato interviene e si fa carico e indennizza qualora ci siano dei danni ai cittadini, e c’e’ una sentenza della Corte Costituzionale che afferma questo. Quindi gia’ oggi e’ cosi’, se pero’ ci sara’ bisogno di un ulteriore chiarimento o provvedimento valuteremo nei prossimi giorni”, ha concluso Costa.