Covid, la Finlandia sospende il Green Pass di fronte alla variante Omicron: “contribuirà a salvaguardare il diritto alla salute”

Il governo finlandese ha emesso un decreto per limitare temporaneamente l'uso del passaporto Covid-19: la decisione è resa necessaria dall'eccezionale situazione epidemiologica in atto

MeteoWeb

La Finlandia mette in stand-by il Green Pass nella lotta alla pandemia di Covid-19. Il governo finlandese, infatti, ha emesso un decreto che modifica la sezione 58i della legge sulle malattie trasmissibili per limitare temporaneamente l’uso del passaporto Covid-19. Il passaporto sanitario non può essere utilizzato come alternativa alle restrizioni regionali per eventi pubblici e locali destinati ai clienti nei distretti ospedalieri di East Savo e North Carelia.

La modifica al decreto è entrata in vigore venerdì 31 dicembre 2021. In virtù del decreto, gli effetti del passaporto Covid-19 saranno temporaneamente limitati fino al 20 gennaio 2022, quando non potrà essere utilizzato in alternativa alle restrizioni regionali per determinati eventi pubblici e locali destinati ai clienti. Le autorità regionali decideranno quali restrizioni sono in atto nelle loro aree.

La deroga all’uso del passaporto Covid-19 si applicherà alle aree dei distretti ospedalieri che soddisfano le caratteristiche delle aree di trasmissione comunitaria. Questi includono i seguenti distretti ospedalieri: Helsinki e Uusimaa, Finlandia sudoccidentale, Satakunta, Kanta-Häme, Pirkanmaa, Päijät-Häme, Kymenlaakso, Carelia meridionale, Carelia settentrionale, Savo meridionale, Savo orientale, Savo settentrionale, Finlandia centrale, Vaasa, Ostrobotnia meridionale , Ostrobotnia centrale, Ostrobotnia settentrionale, Länsi-Pohja e Lapponia.

Questa regolamentazione temporanea, resa necessaria dall’eccezionale situazione epidemiologica, contribuirà a salvaguardare il diritto delle persone alla salute e al benessere frenando la rapida diffusione della malattia, si legge in una nota ufficiale del Ministero degli Affari Sociali e della Sanità finlandese.

Nelle scorse settimane, Markku Tervahauta, direttore generale dell’Istituto finlandese per la salute e il benessere (THL), aveva affermato che i finlandesi avrebbero potuto affrontare presto restrizioni per frenare il virus che non possono essere evitate con un Pass Covid. Tervahauta aveva detto che potrebbe essere il momento di ritirare il pass nella sua forma attuale di fronte alla variante Omicron. Gli esperti di sanità in Finlandia, infatti, temono che le persone non vaccinate contro il Covid contraggano l’infezione da individui vaccinati portatori del virus.