Covid, OMS: “l’equità vaccinale non è solo un obiettivo umanitario, ma l’unico modo di uscire dalla pandemia”

L'epidemiologo irlandese Michael Ryan: "da come usciremo da questa pandemia dipenderà come affronteremo le prossime"

MeteoWeb

SARS-CoV-2 continuerà a circolare a lungo e per uscire dalla pandemia sarà necessario raggiungere l’obiettivo dell’equa distribuzione dei vaccini e un approccio multilaterale per risolvere le criticità, o il mondo sarà impreparato anche alla prossima emergenza sanitaria: a lanciare l’allarme è stato un alto esponente dell’Organizzazione Mondiale della Salute, il direttore esecutivo per il programma delle emergenze, l’epidemiologo irlandese Michael Ryan. “L’equità vaccinale non è solo un obiettivo umanitario, ma l’unico modo di uscire dalla pandemia,” ha spiegato Ryan dal World economic Forum di Davos. “Il meccanismo attuale non permette un’equa distribuzione ma è necessario che il problema sia risolto altrimenti il virus continuerà a sconvolgere le nostre società e i nostri sistemi sanitari“. “Non esiste la bacchetta magica nel settore della sanità pubblica – ha evidenziato Ryan durante un dibattito sulla “sfida dell’equità vaccinale” organizzato durante il World Economic Forum – Sono necessari cambiamenti complessi e mirati, ma per affrontare quella che è una vera e propria minaccia esistenziale per tutto il mondo serve un approccio multilaterale“. “Tutti sono responsabili perché tutti sono ugualmente colpiti dal Covid e da come usciremo da questa pandemia dipenderà come affronteremo le prossime“. “Non possiamo rischiare che la prossima crisi sanitaria ci trovi allo stesso punto in cui siamo ora,” ha concluso l’esponente OMS.