Covid, in Slovenia contagi fuori controllo: tasso di positività al 75,5%, ma gli ospedali reggono

Covid, la Slovenia è uno dei Paesi più colpiti dalla nuova ondata provocata dalla variante Omicron in Europa: record di 14 mila nuovi casi in un giorno

MeteoWeb

La Slovenia ha registrato un nuovo picco di contagi da Covid, con un tasso di positività record salito al 75,5%. Secondo i dati pubblicati dall’Istituto nazionale per la salute pubblica (NIJZ), nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 18.424 tamponi molecolari, che hanno confermato la positività in 13.911 casi. I decessi sono stati 17. Le persone ricoverate in ospedale per il coronavirus sono 608, delle quali 135 in terapia intensiva. Gli ospedali sloveni, comunque, reggono. Per fare un confronto, la Slovenia ha poco più degli abitanti della Calabria dove il tasso di positività oscilla intorno al 15%, i nuovi casi giornalieri sono circa 2.000, i ricoverati complessivi sono 464 di cui 34 in terapia intensiva.

L’impatto della nuova ondata epidemiologica in Slovenia è più significativo nel funzionamento della società, soprattutto nel sistema sanitario e nell’istruzione, a causa dell’elevato numero di isolamenti e quarantene. A partire da domani sarà possibile interrompere la quarantena dopo 7 giorni, non più 10, ma con un tampone negativo nelle 24 ore precedenti all’ultimo giorno di isolamento.