Covid, Spallanzani: “I vaccini in uso non sono efficaci, lo Sputnik copre il 70% dei casi contro Omicron”

Recenti risultati sono estremamente incoraggianti e utili per definire nuove strategie vaccinali in rapporto alla evoluzione della varianti di SARS-CoV-2

MeteoWeb

Tutti i vaccini attualmente autorizzati perdono parte dell’efficacia nei confronti di Omicron. I risultati degli esperimenti di laboratorio, condotti in collaborazione tra Istituto Spallanzani e Istituto Gamaleya, hanno documentato che oltre il 70% delle persone vaccinate con Sputnik V mantengono un’attività neutralizzante contro Omicron, e tale attività si mantiene in buona parte anche a distanza di 3-6 mesi dalla vaccinazione. Questi risultati, appena usciti in preprint, risultano estremamente incoraggianti e utili per definire nuove strategie vaccinali in rapporto alla evoluzione della varianti di SARS-CoV-2″. E’ quanto si legge in una notta diffusa dall’Ospedale Spallanzani di Roma.