Covid, Vaia (Spallanzani) si rivolge ai giovani: “non abbiate paura, siamo alla coda della pandemia”

Francesco Vaia: "siamo alla coda della pandemia e i ragazzi non devono avere paura rispetto alle cose che avvengono"

MeteoWeb

Continuare a vivere questa emergenza – che per tanti versi ha pesato molto più sui giovani – come una opportunità. Siamo alla coda della pandemia e i ragazzi non devono avere paura rispetto alle cose che avvengono, c’è sempre la possibilità di superare i problemi“: lo ha affermato il direttore dell’Istituto nazionale per le malattie infettive Spallanzani di Roma, Francesco Vaia, ospite nella Capitale del Liceo Mamiani per un dibattito con il giornalista Corrado Formigli e gli studenti. Il Covid “ha disvelato alcune incapacità del sistema ma, come abbiamo visto nei giorni passati, serve anche costruire una classe dirigente migliore e se fossi giovane avrei questo come traguardo,” ha affermato Vaia.
‘Serve oggi una semplificazione totale delle misure. Basta con il ‘tamponificio’, se sono a casa positivo e asintomatico dopo 5 giorni posso uscire senza fare il tampone. Oggi la mascherina all’aperto non ha nessun senso, serve il buon senso anche in questo se ci sono situazioni di assembramento va tenuta, altrimenti no“.
Chi aveva detto che febbraio sarebbe stato un disastro per colpa delle scuole aperte ha causato un danno, non è stato così,” ha precisato Vaia.