Una spezia antinfiammatoria e disintossicante riduce stress e insonnia: è ricavata da un “frutto medicinale” poco noto in Italia

Un frutto poco noto in Italia ha proprietà antinfiammatorie, antinfettive e antisettiche, ed è in grado di ridurre stress e insonnia, usato anche per tisane rilassanti e disintossicanti

MeteoWeb

Un “frutto medicinale” vanta proprietà antinfettive e antisettiche, è un antinfiammatorio, è disintossicante e rilassante; è in grado di ridurre stress, ansia, agitazione e insonnia e viene usato anche per tisane disintossicanti.
Partiamo per un viaggio alla scoperta della combava, un frutto poco noto nel nostro Paese ma molto utilizzato in Asia sotto forma di spezia.

Che cos’è la combava

La combava, anche detta Kaffir Lime, o papeda delle Mauritius, forse un incrocio ibrido tra cedro e limetta, appartiene alla famiglia degli agrumi del genere Citrus. E’ un frutto molto diffuso nei Paesi dell’Oceano Indiano e del sud-est asiatico. In Italia è ancora poco conosciuto ma è molto comune in Asia dove viene utilizzato per ricavare una spezia usata per insaporire pietanze e zuppe.
E’ prodotto da un piccolo albero con delle spine che si riempie di foglie verdi e molto profumate. I frutti hanno una forma tendenzialmente rotonda ma un po’ schiacciata. Sono grandi quanto i limoni, ma hanno una buccia molto spessa, grumosa e di colore verde intenso. La polpa ha un gusto molto aspro, per cui non viene di norma mangiata.

combava

La combava viene utilizzata poco come frutto e principalmente come spezia perché regala un gradevole sapore a diverse ricette tipiche della tradizione asiatica.

Le proprietà della combava

La combava ha proprietà antinfettive e antisettiche, è un buon rilassante per stati di ansia, stress, agitazione e insonnia. E’ decongestionante del fegato e del sangue (se assunto come tisana) e disintossicante del sangue (se assunto come tisana).

combava

In Indonesia è noto come Jeruk Obat, “frutto medicinale“.

La combava, benefici e controindicazioni: il parere degli esperti

Secondo gli esperti dell’Humanitas Research Hospital, ospedale ad alta specializzazione, centro di Ricerca e sede di insegnamento universitario,

nella medicina indonesiana la papeda delle Mauritius è considerata un “agrume medicinale”. Al succo dei suoi frutti sono attribuite proprietà repellenti nei confronti degli insetti, ma viene utilizzato anche in aggiunta a preparati per lavarsi i capelli lasciandoli lucidi. Inoltre le popolazioni asiatiche attribuiscono a questa pianta proprietà antisettiche e antinfiammatorie.
La buccia dei frutti contiene oli essenziali che vengono utilizzati nella preparazione di tonici, unguenti, digestivi e prodotti per purificare il sangue. Il loro uso è consigliato in caso di problemi al sistema circolatorio o di problemi digestivi. La polpa del frutto viene invece utilizzata per proteggere la salute di denti e gengive, semplicemente strofinandola su di esse.
Non risultano però prove scientifiche della validità di tali consigli“.
Non risultano interazioni tra il consumo alimentare di papeda delle Mauritius e l’assunzione di farmaci o altre sostanze. In caso di dubbi è bene chiedere consiglio al proprio medico“.

Come utilizzare la polvere di combava

La polvere di combava si ricava dalla buccia essiccata del frutto: dall’aroma di citronella, limone e coriandolo, è usata tradizionalmente per la preparazione di salse, per dare un tocco agrumato alle samosa e per i chutney. Viene anche utilizzata per aromatizzare piatti di pesce e alcune preparazioni dolci, abbinata a cioccolato, fragole e vaniglia. Viene usata anche per insaporire le macedonie di frutta o sui gelati.
In Asia si usa aggiungere un pizzico di combava nell’acqua di cottura del riso.

combava


Si tenga presente che le informazioni presenti in questa pagina sono di natura generale e a scopo divulgativo e non sostituiscono in nessun caso il parere del medico, il primo punto di riferimento a cui ricorrere per avere informazioni, chiarimenti, e a cui affidarsi per consigli o esami.