Enorme asteroide “saluterà” la Terra la prossima settimana

L'asteroide 7482 (1994 PC1) transiterà alla minima distanza dal nostro pianeta il 18 Gennaio

MeteoWeb

Un enorme asteroide “saluterà” la Terra la prossima settimana.
Il sasso cosmico, noto come 7482 (1994 PC1), transiterà alla minima distanza dal nostro pianeta il 18 Gennaio alle 21:51 UTC, secondo il Center for Near-Earth Object Studies (CNEOS), gestito dalla NASA presso il Jet Propulsion Laboratory.

L’asteroide, del diametro di circa 1 km, passerà “vicino” al nostro pianeta all’equivalente di 5 distanze Terra-Luna, a una velocità massima di quasi 20 km/s.
La distanza rende il passaggio “ravvicinato” sicuro, e sarà il più vicino dei prossimi 200 anni, secondo EarthSky.

Gli asteroidi sono i resti del sistema solare primordiale, di un tempo in cui il nostro “vicinato cosmico” era pieno di oggetti simili. Esistono decine di migliaia di asteroidi, ma solo un sottoinsieme di questi passa abbastanza vicino alla Terra da essere definito near-Earth object (NEO). Il passaggio ravvicinato di 7482 (1994 PC1) è quindi nella norma, così come le diverse dozzine di flyby riportati ogni anno.

Qualsiasi asteroide o cometa che viene a trovarsi entro 1,3 unità astronomiche (194,5 milioni di km) viene definito NEO. La NASA scova e monitora strettamente questi oggetti, per mezzo del Planetary Defense Coordination Office.
Va chiarito che non vi sono minacce imminenti al momento, ma l’Agenzia spaziale è sempre in allerta e sta testando la tecnologia di difesa per affrontare qualsiasi possibile rischio futuro.

La NASA ha recentemente lanciato una missione chiamata Double Asteroid Redirection Test (DART) che cercherà di alterare il percorso della luna di un asteroide nell’Autunno del 2022. Un’altra missione, chiamata OSIRIS-REx (Origins-Spectrale Interpretation-Resource Identification-Security-Regolith Explorer, è in viaggio di ritorno verso la Terra dopo avere prelevato un campione dell’asteroide Bennu, un possibile ausilio per futuri studi sulla composizione dell’asteroide e per le misure di difesa.
Per quanto riguarda la ricerca di nuovi asteroidi, la NASA punta a una missione dedicata entro il 2026, chiamata NEO Surveyor.