Meteo, super freddo nel Canada orientale: punte di -38°C e record di consumo di energia

Meteo, temperature polari hanno colpito la parte orientale del Canada: registrati -38°C nelle regioni di Chibougamau, Abitibi e Matagami e un record di consumo di energia in Québec

MeteoWeb

Super freddo nel Canada orientale. Temperature polari hanno colpito la parte orientale del Paese e in particolare il Québec, dove martedì 11 gennaio è stato registrato un consumo di elettricità record. Secondo i dati forniti dal meteorologo di Environment Canada Simon Legault, la temperatura è scesa a -38°C nelle regioni di Chibougamau, Abitibi e Matagami. Con il vento gelido, le temperature percepite sono state addirittura di -44°C a Chibougamau. A Montréal, ieri mattina il mercurio è sceso a -27°C, lasciando deserti i parchi e le strade solitamente affollati di atleti con qualsiasi condizione atmosferica. A Toronto, le temperature diurne hanno oscillato intorno ai -20°C.

Environment Canada ha emesso allerte per temperature estreme in diverse aree del settore orientale del Paese: in Québec, Ontario, New Brunswick, Terranova e Labrador. “Non è eccezionale, ma non è molto comune avere così freddo”, spiega Simon Legault.

L’ondata di freddo che ha iniziato a coprire il Canada orientale ha portato temperature ben al di sotto della norma, ma non sono stati stabiliti nuovi record meteorologici. Invece queste rigide temperature hanno conseguenze sulla domanda di energia. Intorno alle 8:00 di martedì, gli abitanti del Québec hanno consumato 39.900 megawatt, un record assoluto. Il precedente record risaliva al 22 gennaio 2014, quando si era registrato un consumo di 39.031 megawatt. “Questo è il momento nella storia di Hydro-Québec in cui il consumo è stato il più alto“, ha osservato Cendrix Bouchard, portavoce della società statale del Québec.