COVID-19: un recente studio ha rivelato che non ci sono prove di trasmissione del virus attraverso l’allattamento al seno

Il latte materno è sicuro anche in caso di mamma positiva al Covid: a giungere a questa conclusione il più grande studio condotto sul tema

MeteoWeb

Non ci sono prove che madri infette di recente trasmettano il virus SARS-CoV-2 attraverso il latte materno al loro bambino. A questa conclusione è giunto uno studio pubblicato sulla rivista Pediatric Research. Gli autori hanno scoperto che, sebbene una bassa percentuale di latte materno contenesse materiale genetico COVID-19, ciò non si traduceva nella presenza di particelle virali replicanti infettive né portava a prove di infezione clinica con SARS-CoV-2 nei bambini che venivano allattati al seno.

Gli autori dello studio, condotto nell’Università della California, hanno analizzato campioni di latte materno di 110 donne che allattavano che hanno donato al Mommy’s Milk Human Milk Biorepository presso la medesima università tra marzo e settembre 2020. Delle 110 donne incluse, 65 erano risultati positivi al COVID-19, mentre 9 avevano sintomi ma sono risultati negativi e 36 erano sintomatici ma non sono stati testati.

Paul Krogstad e colleghi hanno trovato materiale genetico (RNA) SARS-CoV-2 nel latte materno di 7 donne (6%) con infezione confermata o che hanno riferito di essere sintomatiche. Un secondo campione di latte materno prelevato da queste 7 donne tra uno e 97 giorni dopo non conteneva alcun RNA di virus SARS-CoV-2. Gli autori non hanno trovato alcun materiale genetico infettivo SARS-CoV-2 noto come SgRNA, che è un indicatore della replicazione del virus, nei 7 campioni di latte materno e durante la coltura di altri campioni. Non c’era evidenza clinica di infezione nei bambini che sono stati allattati al seno dalle 7 madri con RNA SARS-CoV-2 nel loro latte.

Gli autori hanno precisato che la dimensione del campione è bassa in questo studio e potrebbe non catturare tutti i potenziali fattori che predicono la presenza dell’RNA del SARS-CoV-2 nel latte materno. Tuttavia, è il più grande studio in questo momento per analizzare il latte materno e fornisce la prova che l’allattamento al seno da donne provate o sospettate di aver avuto un’infezione da SARS-CoV-2 non porta all’infezione da COVID-19 nei loro bambini.

Paul Krogstad, autore principale, ha dichiarato: “Il latte materno è una preziosa fonte di nutrimento per i bambini. Nel nostro studio, non abbiamo trovato prove che il latte materno di madri infette da COVID-19 contenesse materiale genetico infettivo e nessuna evidenza clinica è stata trovata per suggerire che i bambini siano stati infettati, il che suggerisce che l’allattamento al seno non è probabile che rappresenti un pericolo”.

Gli autori concludono che il loro studio si aggiunge alla prova che le donne infette da COVID-19 e che allattano al seno il proprio bambino non hanno alcun rischio di trasmettere il virus attraverso il latte materno.