Pandemia e disagio mentale: un adolescente su 4 ha sintomi di depressione

La probabilità di disturbi mentali è particolarmente alta tra i ragazzi più grandi, che hanno risentito delle restrizioni più dei bambini

MeteoWeb

L’incidenza di depressione e ansia tra adolescenti è raddoppiata rispetto a prima della pandemia e un’ampia metanalisi pubblicata su JAMA Pediatrics, che ha incluso 29 studi condotti su oltre 80mila giovani ha dimostrato che oggi un adolescente su 4, in Italia e nel mondo, ha i sintomi clinici di depressione e uno su 5 segni di un disturbo d’ansia. Questo diffuso disagio mentale rischia di mettere una seria ipoteca sulla salute futura dei ragazzi: lo affermano gli esperti al congresso nazionale della Società Italiana di NeuroPsicoFarmacologia.
La probabilità di disturbi mentali è particolarmente alta tra i ragazzi più grandi, che più dei bambini – hanno evidenziato gli psichiatri – hanno risentito delle restrizioni che non hanno consentito di vivere in serenità e assieme ai coetanei momenti fondamentali della crescita, dalle prime relazioni all’esame di maturità.
La conferma arriva anche da una ricerca condotta su 1500 bambini e adolescenti, pubblicata sul Journal of the American Academy of Child and Adolescent Psychiatry.
La situazione potrà purtroppo avere conseguenze negative sul lungo periodo: è stato dimostrato che soffrire di depressione durante l’infanzia e l’adolescenza si associa da adulti a una salute peggiore, mentale e non solo, e a maggiori difficoltà nelle relazioni e nella vita in generale.
E’ necessario, hanno sottolineato gli specialisti, “intercettare il disagio mentale nei ragazzi e intervenire, utilizzando gli strumenti più adeguati al singolo caso e tenendo conto delle peculiarità connesse alla giovane età“.