Previsioni Meteo: alta pressione e tempo asciutto fino al 19 Gennaio

Previsioni Meteo: progressiva ingerenza di correnti più fredde settentrionali e clima via via più freddo, localmente. L'evoluzione fino a metà settimana prossima

MeteoWeb

L’alta pressione, oramai già presente da qualche giorno sul Mediterraneo centrale e sull’Italia, continuerà a tenere banco almeno per 3/4 giorni prossimi. I tentativi dei flussi artici o sub-polari più freddi di intaccarne l’efficacia, verranno in buona parte deviati a Est fin quasi a metà settimana prossima. I valori barici continueranno a mantenersi a medio-alti, anzi in ulteriore e sensibile crescita nei primi 2/3 giorni della prossima settimana, questa volta di più al suolo, con punte bariche fino al 1.036/1.038 hp ha sulle regioni settentrionali verso martedì 18. Dunque, condizione di stabilità protratte per diversi giorni, ancora con tempo in prevalenza asciutto.

Naturalmente, però, come è tipico dell’alta pressione mediterranea invernale, potrebbe non essere tutto sole anzi, progressivamente, gli spazi assolati potrebbero via via diminuire a partire già dall’inizio della settimana prossima. Infatti, le umidità marittime in prossimità del suolo, dirottate verso la terraferma dalle correnti orarie anticicloniche e, in più, l’irraggiamento notturno con il raffreddamento dei bassi strati, potranno determinare più nubi basse, nebbie e foschie diffuse su diversi settori, soprattutto su quelli costieri in genere, poi diffusamente su diverse aree meridionali e, naturalmente, sulla Pianura Padana. Man mano che la pressione aumenterà nel corso dei prossimi giorni, aumenteranno anche le coperture basse locali. Oltre a questo progressivo aumento di nubi, le previsioni meteo annunciano anche un nuovo calo termico sempre a iniziare da lunedì è poi un po’ più apprezzabile nei due giorni successivi, per via di una maggiore ingerenza di correnti settentrionali lungo il bordo orientale dell’alta pressione. Questa, infatti, potrebbe iniziare ad essere debolmente corrosa da correnti più fredde settentrionali dirette principalmente verso l’Est Europa ma, via via, più infiltranti anche verso il Mediterraneo centrale e l’Italia. Dunque, prossimi 3/4 giorni all’insegna di una reiterata azione anticiclonica, con tempo mediamente asciutto, stabile e sempre ampiamente soleggiato ancora, soprattutto sulle aree interne centrali, al Nordovest e sui settori alpini e prealpini. Tuttavia, saranno evidenti più fastidi in termini di nubi locali e anche per temperature più fredde, a iniziare soprattutto da martedì 18, quando i valori termici potrebbero tornare di qualche grado sotto la media, perlomeno sul Centro Sud Italia, come indicato nell’anomalia termica del modello europeo e ECMWF nella mappa interna. Possibili poi prospettive di azione più fredde artiche verso il fine settimana prossimo, 22/23 novembre, ma su questa tendenza daremo maggiori dettagli  nei nostri successivi e quotidiani aggiornamenti.