Previsioni Meteo: irruzione di un nucleo d’aria fredda, peggioramento su diverse regioni

Previsioni Meteo: si innescherà un minimo di bassa pressione al Centro Sud con piogge, temporali e nevicate fino in collina. Ecco dove di più

MeteoWeb

Le previsioni meteo annunciano un cambiamento del tempo nelle prossime 24/48 ore. Dopo la bella giornata odierna all’insegna dell’alta pressione e del sole dominante un po’ su tutte le regioni, già nella mattinata di domani, prime correnti umide pre-frontali di provenienza occidentale andranno a  interessare i settori tirrenici, dalla Liguria di Levante, Toscana, Lazio e giù fino alla Campania e alla Calabria tirrenica settentrionale, con nubi in intensificazione e qualche debole pioggia sparsa. Le nubi, via via nel corso della giornata, si faranno più intense sul Lazio, anche sull’Umbria, localmente sulla Campania centro-occidentale, ancora sulla Calabria tirrenica con altri rovesci in forma un po’ più consistente, mentre altri addensamenti raggiungeranno le Marche settentrionali, con rovesci sparsi, e diffusamente i settori alpini, soprattutto i versanti Nord ed esteri, qui con nevicate fino in valle.

Poi, nel corso della serata di domani, lunedì 31 e a seguire nella notte su martedì 1 febbraio, l’azione ciclonica si approfondirà verso il medio-basso Adriatico, arrecando condizioni di instabilità più diffusa, in particolare tra Marche, Abruzzo, Molise, Campania, Nord Puglia, verso la Calabria tirrenica e centro-meridionale, localmente in una prima fase anche sul Lazio orientale e centro-meridionale. Nel corso della notte peggiorerà anche sul resto della Calabria, sulla Lucania e in forma più irregolare sul resto della Puglia mentre, nella giornata di martedì, rovesci e temporali più intensi interesseranno la Calabria e la Sicilia, fenomeni via via più irregolari sul resto del Sud, ancora localmente moderati sull’Abruzzo. Tra al sera di lunedì e le ore notturne su martedì, avranno luogo, via via, locali nevicate, dapprima sui rilievi tra Sud/Ovest Umbria, Marche, Abruzzo, localmente Est Lazio e verso il Molise, Nord Campania poi, nella notte, locali nevicate anche sul resto della Campania interna, sulla Lucania centro-occidentale, fino alla Calabria settentrionale, soprattutto area Sila.

La quota per neve più efficace varierà tra i 7/800 m dell’Appennino centrale, fino ai 900/1.100 m di quello più meridionale, ma fiocchi compariranno anche verso la media collina. Poi, tra la notte e ancor più nel corso della giornata di martedì, locali nevicate si estenderanno anche alla Calabria meridionale e alla Sicilia,  qui con quota neve efficace tra i 900 e 1200 m, salvo comparse fino alla media-alta collina. Su alcune aree si tratterà anche di nevicate di un certo significato, come su quelle interne abruzzesi, dove gli accumuli potranno variare spesso, sopra i 7/800 m, dai 5/10 cm fino a 15/20 cm e oltre, soprattutto sui settori montuosi tra l’area Sulmona e la provincia occidentale di Chieti; altri accumuli sui 5/10 cm possibili localmente tra i settori interni dell’Irpinia, dell’Est Salernitano e sulla Lucania centro-occidentale, mentre accumuli fino anche a 20/25 cm o oltre sopra i 900/1.100-1200 m saranno possibile sulla Sila e sulle Madonie, nella Sicilia settentrionale. Imbiancate o qualche centimetro sul resto delle aree contrassegnate con la colorazione celeste nella mappa interna e fino alle quote di media-alta collina. Accumuli tra 5/10 cm, ma anche 20 cm e oltre e fino in valle sui settori alpini, specie centro orientali.