Previsioni Meteo: le due isole “a braccetto” grazie alla goccia fredda ancora in azione

Previsioni Meteo: vortice in evoluzione verso la Tunisia, ma ancora con instabilità per il resto della sera e nella notte su diverse aree insulari. Le ultimissime

MeteoWeb

Le estreme aree meridionali ed essenzialmente quelle insulari, sono rimaste le uniche ad essere interessate da instabilità. Sul resto del paese, come da previsioni meteo, sono sostanzialmente cessate le precipitazioni, salvo qualcuna ancora residua sulla Puglia centrale e altre possibili più tardi verso le coste ioniche del Catanzarese settentrionale e del Crotonese meridionale. Responsabile di quest’ultimo strascico instabile, una goccia d’aria fredda in quota che nella notte trascorsa ha fatto irruzione dall’ex-Jugoslavia verso il medio Adriatico, transitando poi sulle regioni centrali, dove ha disseminato un po’ di pioggia e rovesci sparsi, anche fiocchi fino a bassa quota, per poi tuffarsi sul medio-basso Tirreno e qui agire fino a queste ore.

La regione che nel pomeriggio ha visto i maggiori effetti della goccia fredda è stata la Sardegna, essenzialmente la parte orientale, con piogge e rovesci ricorrenti, e la medesima area sarda continua a essere alle prese con instabilità per via dell’azione del dorso nella goccia fredda. Il fulcro ciclonico sta via via evolvendo verso la Tunisia, ma stazionerà ancora per diverse ore tra i canali delle isole maggiori, comportando ancora nubi e piogge diffuse sulle isole. Rovesci più intensi riguarderanno ancora l’Ogliastra e l’Est Cagliaritano, anche con fiocchi sui rilievi più alti dell’Ogliastra, intorno ai 1000 m. Ma nubi e rovesci diffusi, soprattutto in queste ore serali e fino alla mezzanotte, saranno presenti anche sulla Sicilia, in particolare sull’area centrale e meridionale, tra la provincia di Caltanissetta, localmente Ragusano, Siracusano, verso il Catanese meridionale e interno, ma fenomeni anche su parte dell’Ennese, specie orientale, poi verso il Palermitano orientale e il Messinese occidentale. Fenomeni più intensi, anche con temporali, sulla costa meridionale, area Gela, Marina di Acate. Nella notte, i fenomeni saranno più deboli, ma continueranno sull’Est Cagliaritano, mentre sulla Sicilia riguarderanno soprattutto le aree meridionali e costiere, dal Siracusano, Ragusano, fino all’Agrigentino e anche al Trapanese meridionale; migliorerà sul resto della terraferma sicula. Rovesci e temporali anche forti sul Mare di Sicilia largo, per via dello spostamento della goccia fredda verso la Tunisia.