Previsioni Meteo, break dell’alta pressione tra venerdì sera e sabato mattina: rapido passaggio di un impulso più freddo, locali fiocchi fino in collina

Previsioni Meteo: su alcune regioni potrebbero arrivare più nubi con rovesci sparsi e anche locali fiocchi in collina. Ecco le aree più esposte

MeteoWeb

Il tempo mediamente stabile sulla gran parte della territorio nazionale, resisterà fino tutta la giornata di giovedì, nonostante vadano computate, secondo le ultimissime previsioni meteo, nebbie, foschie  e nubi basse in ulteriore intensificazione e anche estensione a diverse regioni già nel corso della giornata di domani, giovedì 27 gennaio. Tuttavia, fino a venerdì, soprattutto ancora per la prima parte, le previsioni meteo non computano precipitazioni di rilievo, salvo qualcuna sul basso Tirreno, tra Sud Calabria e Nordest Sicilia. Invece, tra venerdì pomeriggio-sera e fino al mattino di sabato, le ultime simulazioni dei modelli matematici, computano il transito di un rapido e anche circoscritto nucleo di aria più fredda in quota, in transito sul medio-basso Adriatico e verso il Sud, in grado di arrecare qualche ora di instabilità su questi settori.

Al nucleo, si assocerebbe anche una moderata irruzione di aria fredda che potrebbe comportare locali precipitazioni in forma di “fiocchi” fino alla media-alta collina sul Centro Sud Appennino. Nella mappa interna abbiamo evidenziato il tempo di massima atteso tra la serata di venerdì 28 e la notte su Sabato 29. Un po’ di nubi in precedenza, nelle ore pomeridiane di venerdì, interesserebbero anche parte delle regioni settentrionali e del medio-alto Tirreno, ma qui senza effetti degni di nota, magari solo con una nuvolosità irregolare che si attarderebbe fino a sera. Addensamenti più consistenti, invece, sia pure con successione abbastanza rapida dalle aree centrali adriatiche verso quelle più meridionali, potrebbero avere luogo tra l’Abruzzo, il Molise, la Campania, soprattutto interna e meridionale, la Puglia centro-settentrionale, la Lucania, la Calabria, poi fino al Nordest/Est Sicilia. Su queste aree e a iniziare dai settori del medio Adriatico, potrebbero avere luogo tra la sera di venerdì e poi la notte su sabato,  rovesci sparsi, qualche occasionale temporale in prossimità delle coste e anche fiocchi sparsi a quote di medio-alta collina nelle aree evidenziate in celeste. L’aria fredda associata al nucleo instabile, infatti, penetrerebbe progressivamente anche le basse quote arrecando un apprezzabile calo termico su queste regioni e, appunto, occasioni anche per fiocchi collinari o alto-collinari. Pochi cambiamenti sul resto dell’Italia, per via di una non esposizione alle correnti portanti legate al rapido passaggio instabile. Va rilevato, tuttavia, che la dinamica di questo impulso instabile, benché in un range a medio breve termine, circa 60 ore, va ancora meglio interpretata, poiché non sarebbe escluso un passaggio un po’ più orientale, con fenomeni decisamente più scarsi. Maggiori dettagli su questa prima rottura dell’alta pressione attesa tra il 28 e 29 gennaio, nei nostri quotidiani aggiornamenti.