Astronomia, nuova congiunzione stasera: occhi al cielo per l’incontro tra la Luna e Giove

Naso all'insù per ammirare il sottile falcetto di Luna mentre tramonta poco prima di Giove

MeteoWeb

Stasera protagonista in cielo la prima congiunzione del mese di Febbraio: sarà l’ultimo incontro serale tra la Luna e un pianeta, in quanto seguito questi saranno osservabili solo prima dell’alba.
Occhi al cielo dunque stasera, per ammirare il sottile falcetto del nostro satellite, mentre tramonta poco prima di Giove, in direzione Ovest-Sud/Ovest.

Quali altri pianeti possiamo ammirare questo mese? Mercurio si può scorgere nel cielo del mattino, prima dell’alba, sull’orizzonte orientale. Venere si può ammirare prima del sorgere del Sole al mattino, in direzione Sud-Est. Marte si trova in condizioni di osservabilità simili a quelle di Venere. Giove diventa man mano inosservabile, così come Saturno. Urano si può ammirare (per mezzo di telescopio) durante le prime ore della notte, ad occidente. Nettuno si può scorgere (con l’aiuto di un telescopio) basso sull’orizzonte occidentale nei primi giorni del mese, mentre alla fine diventa inosservabile.

In riferimento alle costellazioni, protagoniste indiscusse del cielo di Febbraio sono quelle invernali. A Sud brilla incontrastata Orione, e più in alto il Toro, l’Auriga e i Gemelli. A occidente tramontano Ariete e Pesci, a est scorgiamo il Cancro, tra Gemelli e Leone. A poca distanza possiamo osservare la costellazione della Vergine.
A nordovest troviamo facilmente Cassiopea e vicino ammiriamo Perseo. Verso nordest osserviamo l’Orsa Maggiore.