Covid, Costa: “non sarà rinnovato lo stato d’emergenza, verso allentamento del Green Pass all’aperto dopo il 31 marzo”

Il sottosegretario Costa: "i dati ci confermano che ragionevolmente il 31 marzo non verrà più rinnovato lo stato di emergenza e da lì inizierà una fase nuova con un allentamento graduale delle misure"

MeteoWeb

Il 31 marzo scadrà lo stato di emergenza legato alla pandemia da Covid e non dovrebbe essere prorogato ulteriormente. In tanti, esponenti politici ma anche membri della comunità scientifica, chiedono, quindi, anche la fine del Green Pass. Se la fine dello stato d’emergenza sembra quasi cosa fatta, per il Green Pass è un po’ diverso.

L’ordinanza firmata oggi dal Ministro Speranza da’ un segnale importante al comparto turismo: si toglie la quarantena a coloro che vengono in Italia qualunque sia il Paese di provenienza. Cio’ significa ricominciare a programmare e pianificare. I dati ci confermano che ragionevolmente il 31 marzo non verra’ piu’ rinnovato lo stato di emergenza e da li’ iniziera’ una fase nuova con un allentamento graduale delle misure restrittive con la stessa gradualita’ con cui le abbiamo introdotte. Il governo ha deciso fin da subito il criterio della gradualita’: lo abbiamo fatto nell’introdurre delle regole e lo faremo anche nell’allentare le restrizioni a partire anche dall’utilizzo del Green Pass facendo ad esempio fin da subito una distinzione tra i locali al chiuso e gli spazi all’aperto”, ha affermato il sottosegretario alla salute Andrea Costa a Porta a Porta.

Lo scenario attuale e’ positivo, i dati della curva epidemica lo confermano, sta scendendo anche la pressione sui nostri ospedali. Con 50 milioni di cittadini che si sono vaccinati e dopo 2 anni di regole e restrizioni e di tanto senso di responsabilita’ da parte di cittadini, credo che sia giunto il momento di dare dei messaggi di positivita’“, ha concluso Costa.