Covid, Ilaria Capua: “bisognerebbe parlarne meno e iniziare a trattarlo come una situazione di convivenza naturale”

Il SARS-CoV-2, secondo la virologa Ilaria Capua, "non andrà via e dovremo imparare a conviverci"

MeteoWeb

E’ certo che arriveranno altre varianti” ma “saremo sempre più capaci di affrontarle. Oggi abbiamo un armadio pieno di strumenti per combattere il virus, quindi credo bisognerebbe parlare meno del Covid e iniziare a trattarlo come una situazione di convivenza forzata ma anche abbastanza naturale, perché conviviamo con tantissimi agenti patogeni“: è quanto ha affermato la virologa Ilaria Capua, direttore del One Health Center of Excellence, Università della Florida, negli Stati Uniti, ospite ad Agorà, su Rai3.
L’esperta ha sottolineato: “Bisogna tener presente che il virus non andrà via e che probabilmente a novembre bisognerà rimettersi mascherine, ma solo per un paio di mesi, e bisognerà fare un richiamo vaccinale. Io lo farò sicuramente appena disponibile“.
Gli italiani, ha proseguito Capua, “sono per lo più vaccinati e sanno quali sono le regole per proteggersi dal Covid. Alcuni fanno fatica a rispettare queste regole e sono diventati la componente fragile della popolazione“.
Il SARS-CoV-2, ha concluso, “non andrà via e dovremo imparare a conviverci, ma non credo accadranno altre situazioni drammatiche come quelle viste nel 2020. La scienza ci ha dato degli strumenti, siamo armati di vaccini, monoclonali, antivirali e protocolli terapeutici“.