Covid, Meloni: “non vaccino mia figlia, non è una religione”

Giorgia Meloni: "la possibilità per un minore di morire di Covid è pari allo zero virgola"

MeteoWeb

Non vedo grandissimi risultati del governo, l’Italia è la nazione, nel mondo, che ha messo i provvedimenti più aggressivi, oggi ha il più alto tasso di contagi e con il più alto tasso di morti. Servivano questi provvedimenti?“: è quanto ha affermato il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, intervistata dal direttore de La Stampa, Massimo Giannini. “Stiamo facendo delle cose surreali che non hanno alcuna base scientifica. Io non vaccino mio figlia, il vaccino non è una religione, è una medicina, uno strumento. La possibilità per un minore di morire di Covid è pari allo zero virgola. Il vaccino non ferma il contagio, io mi vaccino per me stessa“.
Le possibilità che un ragazzo muoia di Covid sono le stesse che uno muoia colpito da un fulmine,” ha evidenziato Meloni, con riferimento alle statistiche per il giovani fino ai 20 anni. “Questo è un vaccino in sperimentazione, che finisce nel 2023“.