Scoperto da dove arriva l’acqua sulla Terra: esisteva un giacimento di gas durante i primi 200.000 anni del Sistema Solare

I ricercatori hanno analizzato uno dei meteoriti più antichi del Sistema Solare alla ricerca di tracce della composizione isotopica dell'acqua fino a risalire a prima della formazione della Terra stessa

MeteoWeb

Per capire come e’ emersa la vita, gli scienziati studiano la chimica del carbonio e dell’acqua. Nel caso dell’acqua, tracciano le varie forme, o isotopi, dei suoi atomi di idrogeno e ossigeno costituenti nella storia dell’universo, come una gigantesca caccia al tesoro.

Ora i ricercatori hanno analizzato uno dei meteoriti piu’ antichi del Sistema Solare alla ricerca di tracce della composizione isotopica dell’acqua fino a risalire a prima della formazione della Terra stessa. A realizzarlo, utilizzando un metodo innovativo sviluppato proprio per il loro studio, sono stati i ricercatori del Cnrs, dell’Universita’ Paris-Saclay, della Commissione francese per le energie alternative e l’energia atomica (Cea) e dell’Universita’ di Pau e del Pays de l’Adour (Uppa), con il sostegno del Museum National d’Histoire Naturelle (Mnhn). I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Nature Astronomy.

I dati dello studio hanno mostrato che esistevano due giacimenti di gas durante i primi 200.000 anni del Sistema Solare, anche prima della formazione dei primi embrioni planetari. Uno di questi serbatoi era costituito dal gas solare da cui ha avuto origine tutta la materia del Sistema Solare. Il secondo giacimento di gas era arricchito in vapore acqueo e aveva gia’ la firma isotopica dell’acqua terrestre. E’ stato creato da un massiccio afflusso di acqua interstellare nelle calde regioni interne del Sistema Solare, in seguito al collasso dell’involucro interstellare e alla formazione del disco protoplanetario. L’esistenza precoce di questo gas con una composizione isotopica simile a quella terrestre implica che l’acqua terrestre fosse li’ prima dell’accumulo dei primi blocchi costitutivi del pianeta Terra.