Scuola, Gismondo: “le nuove misure anti Covid sono illogiche da un punto di vista scientifico”

Per Gismondo "le misure non sono coerenti con la biologia del virus", mentre Miozzo se avesse 50 anni in meno scenderebbe in piazza

MeteoWeb

E’ assolutamente illogico tutto quello che è stato fatto con le attuali misure sulla scuola“. E’ questo il commento forte e deciso della microbiologia Maria Rita Gismondo sulle disposizioni in vigore da oggi, sulle quali sì è espresso in modo critico anche l’ex coordinatore del Comitato tecnico scientifico per l’emergenza Covid, Agostino Miozzo: “Mi sembra che sia necessaria una laurea in Filosofia della scienza per comprendere e applicare” le misure, ha dichiarato. E in merito alle proteste degli studenti, ha aggiunto, “se avessi 50 anni di meno scenderei in piazza anch’io“.

Miozzo ha assolutamente ragione“, dichiara in un’intervista con Adnkronos Salute la direttrice del Laboratorio di microbiologia clinica, virologia e delle bioemergenze dell’ospedale Sacco di Milano. “Peraltro, come spesso accade, le misure non sono coerenti con la biologia del virus: sono tali – osserva – che sembra di dover arginare un virus diverso per ogni ambiente e per ogni situazione“.