Guerra in Ucraina, G7: “pronti ad intervenire per la stabilità di gas e petrolio”

I Paesi del G7 sono pronti "a intervenire" in caso di problemi nelle forniture di energia causati dall'invasione russa in Ucraina

MeteoWeb

Stiamo monitorando da vicino le condizioni del mercato globale del petrolio e del gas, anche nel contesto dell’ulteriore aggressione militare della Russia contro l’Ucraina“. E’ quanto si legge in una nota del G7. “Sosteniamo l’impegno e il coordinamento coerenti e costruttivi tra i principali produttori e consumatori di energia verso il nostro interesse collettivo per la stabilità delle forniture energetiche globali e siamo pronti ad agire secondo necessità per affrontare potenziali interruzioni”, conclude la nota.

I Paesi del G7 sono dunque pronti “a intervenire” in caso di problemi nelle forniture di energia causati dall’invasione russa in Ucraina. “Siamo a favore della stabilita’ degli approvvigionamenti energetici mondiali e siamo pronti ad agire al bisogno per far fronte a eventuali problemi” si legge in un comunicato congiunto diramato al termine della riunione di oggi in videoconferenza.