Guerra in Ucraina, primi effetti delle sanzioni: sequestrata nave russa nella Manica

La nave di 127 metri è "fortemente sospettata di essere legata agli interessi russi presi di mira dalle sanzioni"
MeteoWeb

Una nave commerciale in rotta verso San Pietroburgo è stata dirottata a Boulogne-sur-Mer (Passo di Calais): si sospetta appartenga a una compagnia russa colpita dalle sanzioni imposte dall’UE contro Mosca, secondo quanto riferito all’Afp dalla prefettura marittima.
La nave di 127 metri, intercettata dalla dogana al largo di Honfleur durante la notte tra venerdì e sabato, è “fortemente sospettata di essere legata agli interessi russi presi di mira dalle sanzioni,” ha affermato Veronique Magnin, responsabile regionale delle comunicazioni della prefettura marittima.
La BBC – citando funzionari francesi – riferisce che la nave russa bloccata nella Manica, la “Baltic Leader“, trasporta auto, ed è stata scortata al porto di Boulogne-Sur-Mer, nel nord della Francia, su “richiesta del governo francese perché sospettata di appartenere a una compagnia presa di mira dalle sanzioni” UE contro Mosca. L’equipaggio a bordo ha “collaborato con le autorità francesi“.

L’ambasciata russa in Francia ha chiesto spiegazioni alle autorità francesi in merito al sequestro della nave: lo riporta l’agenzia di stampa russa Ria Novosti.

Alle 19 persone a bordo della nave mercatile russa è stato permesso di scendere a terra: lo riferisce la Tass.

Condividi