Identificati nei pipistrelli 3 nuovi Coronavirus: hanno “somiglianze specifiche” a SARS-CoV-2

Identificati nei pipistrelli 3 nuovi Coronavirus, l'immunologa: "molti altri virus già pronti a fare il salto di specie e infettarci"

MeteoWeb

Un team di ricercatori della National University e dell’Institut Pasteur del Laos hanno identificato 3 nuovi Coronavirus nei pipistrelli che mostrano “somiglianze specifiche” a SARS-CoV-2 “in un dominio chiave della proteina Spike” che consente al virus di attaccare le cellule bersaglio agganciando il recettore umano Ace-2. Nello studio pubblicato su Nature gli scienziati spiegano che i coronavirus individuati si chiamano “Banal-52”, “Banal-103” e “Banal-236” e sembrano estremamente simili a SARS-CoV-2 (96,8% nel caso di Banal-52), soprattutto nella proteina Spike.

Questa scoperta – ha commentato su Facebook Antonella Viola, immunologa dell’università di Padova – non risponde ancora a tutte le domande aperte, ma rafforza ulteriormente l’ipotesi dell’origine naturale del SARS-CoV-2. Tuttavia, allo stesso tempo, ci conferma che molti altri virus sono già pronti a fare il salto di specie e infettarci. Bisogna quindi non solo monitorare l’evoluzione dei coronavirus da vicino, per evitare di essere colti impreparati, ma anche effettuare quei cambiamenti strutturali nella nostra sanità che ci avrebbero consentito una gestione migliore dell’emergenza. Bisogna imparare la lezione“.