Proteste in Belgio, il “Convoglio della libertà” resta fuori Bruxelles: ingorghi ma situazione nel complesso tranquilla – FOTO

Al momento, la protesta si limita a poche decine di mezzi che hanno potuto raggiungere solo il parcheggio sull'altopiano dell'Heysel

  • Foto di Olivier Hoslet / Ansa
    Foto di Olivier Hoslet / Ansa
  • Foto di Olivier Hoslet / Ansa
    Foto di Olivier Hoslet / Ansa
  • Foto di Olivier Hoslet / Ansa
    Foto di Olivier Hoslet / Ansa
  • Foto di Olivier Hoslet / Ansa
    Foto di Olivier Hoslet / Ansa
  • Foto di Olivier Hoslet / Ansa
    Foto di Olivier Hoslet / Ansa
  • Foto di Olivier Hoslet / Ansa
    Foto di Olivier Hoslet / Ansa
  • Foto di Olivier Hoslet / Ansa
    Foto di Olivier Hoslet / Ansa
  • Foto di Olivier Hoslet / Ansa
    Foto di Olivier Hoslet / Ansa
  • Foto di Olivier Hoslet / Ansa
    Foto di Olivier Hoslet / Ansa
  • Foto di Olivier Hoslet / Ansa
    Foto di Olivier Hoslet / Ansa
  • Foto di Olivier Hoslet / Ansa
    Foto di Olivier Hoslet / Ansa
  • Foto di Olivier Hoslet / Ansa
    Foto di Olivier Hoslet / Ansa
  • Foto di Olivier Hoslet / Ansa
    Foto di Olivier Hoslet / Ansa
  • Foto di Olivier Hoslet / Ansa
    Foto di Olivier Hoslet / Ansa
/
MeteoWeb

Il “Convoglio della liberta‘” contro le restrizioni e gli obblighi legati alla pandemia, la protesta organizzata sul modello di quella scoppiata in Canada, ha raggiunto anche Bruxelles. Al momento, però, nessuna “invasione” di camion in quanto la protesta si limita a poche decine di mezzi, per lo piu’ camper e furgoni, che hanno potuto raggiungere solo il parcheggio sull’altopiano dell’Heysel, unico punto in cui e’ consentita una manifestazione ‘statica’.

Altrove ai principali varchi autostradali verso la capitale belga, la polizia ha istituito dei blocchi per filtrare i manifestanti, invitando tutti in citta’ ad evitare l’auto per oggi. Nelle periferie si sono cosi’ creati alcuni ingorghi, legati ai controlli. Le targhe dei veicoli al parcheggio sull’Heysel sono soprattutto francesi, con qualche gruppo arrivato in un secondo momento anche da Paesi Bassi e Germania, in base a quanto riferiscono i media locali.

I partecipanti al convoglio avrebbero voluto dirigersi verso il Parco del Cinquantenario, per bloccare il centro della citta’, ma i blocchi della polizia alla manifestazione non autorizzata hanno cambiato i piani. In mattinata dalla polizia veniva riferito di una situazione “notevolmente tranquilla“, anche se l’evoluzione viene attentamente monitorata. Nelle chat su Telegram, qualcuno avrebbe invitato quelli del ‘Convoglio’ a spostarsi al Cinquantenario a piedi, dove effettivamente e’ apparso qualche manifestante. In mattinata la polizia di Bruxelles, che ha schierato migliaia di agenti, ha fatto sapere di aver sequestrato un paio di coltelli e un passamontagna: “oggetti che certamente non hanno posto in una manifestazione pacifica – ha commentato -. Restiamo e restiamo vigili su tutto il territorio”.