Maltempo Brasile, Petropolis flagellata da inondazioni e frane: il bilancio si aggrava ancora, 169 morti e quasi 200 feriti

Il maltempo ha lasciato a Petropolis una scia di distruzione da martedì scorso

  • Foto Antonio Lacerda / Ansa
    Foto Antonio Lacerda / Ansa
  • Foto Antonio Lacerda / Ansa
    Foto Antonio Lacerda / Ansa
  • Foto Antonio Lacerda / Ansa
    Foto Antonio Lacerda / Ansa
  • Foto Antonio Lacerda / Ansa
    Foto Antonio Lacerda / Ansa
  • Foto Antonio Lacerda / Ansa
    Foto Antonio Lacerda / Ansa
  • Foto Antonio Lacerda / Ansa
    Foto Antonio Lacerda / Ansa
  • Foto Antonio Lacerda / Ansa
    Foto Antonio Lacerda / Ansa
  • Foto Antonio Lacerda / Ansa
    Foto Antonio Lacerda / Ansa
  • Foto Antonio Lacerda / Ansa
    Foto Antonio Lacerda / Ansa
  • Foto Antonio Lacerda / Ansa
    Foto Antonio Lacerda / Ansa
/
MeteoWeb

Si aggrava ancora il bilancio delle vittime provocate da frane e inondazioni che hanno devastato la città brasiliana di Petropolis.
Le piogge torrenziali hanno causato 169 morti e quasi 200 feriti, mentre proseguono le ricerche dei dispersi, con grande difficoltà.
Grazie all’ampia mobilitazione, la città, situata nella regione montuosa di Rio de Janeiro, sta cercando di tornare gradualmente alla normalità, dopo avere subito le precipitazioni più intense in quasi un secolo.
Il maltempo ha lasciato dietro di sé una scia di distruzione da martedì scorso.

Oltre ai 169 morti, secondo l’ultimo bilancio dei Vigili del fuoco, la Polizia Civile ha un elenco provvisorio di 126 dispersi, anche se altre fonti riportano un numero inferiore.