Previsioni Meteo: anticiclone sempre in prima linea nella seconda parte di febbraio, ma con possibili disturbi instabili

Previsioni Meteo: a fronte di un'alta pressione sempre ingombrante, potranno realizzarsi fasi più instabili, magari qualcuna con connotazione più invernale. Le ultimissime fino a fine mese

MeteoWeb

L’alta pressione, secondo le previsioni meteo, potrebbe continuare a essere il “leitmotiv” nella circolazione su buona parte dell’Europa centro-meridionale, anche per la seconda parte di febbraio. Le proiezioni generali, infatti, sulla base dei dati a più lungo termine, continuano a prospettare una sua media ingerenza dall’Est Atlantico, Ovest Europa, anche verso il Mediterraneo centrale e l’Italia. Tuttavia, ci sono indicazioni per un’affermazione non del tutto ingombrante da parte della figura anticiclonica infatti, per alcune fasi, essa potrebbe proporsi in maniera meno strutturata al punto da concedere temporanee infiltrazioni di aria più umida e instabile anche in direzione dell’Italia.

Una di queste fasi è attesa intorno a metà mese e per qualche giorno a seguire, periodo 14/17 febbraio, per il possibile ingresso sul nostro bacino di aria più umida e instabile di matrice nord-atlantica, in grado anche di innescare azioni depressionarie proprio intorno all’Italia e di portare piogge un po’ più significative su diverse nostre regioni. Qualche disturbo, a dire il vero, potrebbe iniziare anche prima, dal 12/13 febbraio, ma il fulcro di una possibile azione instabile e più depressionaria dovrebbe iniziare a realizzarsi da metà mese. In questa azione instabile la componente termica potrebbero non essere particolarmente fredda, tuttavia da valutare eventualmente più sotto evento l’ipotesi di neve a quote medio-basse o localmente collinari. Dopo la possibile instabilità intorno a metà mese, l’alta pressione potrebbe tornare a prendere il sopravvento con tempo più asciutto e soleggiato in via generale sul paese, sul finire della seconda decade e per i primi giorni della terza. A seguire, nell’ultima settimana di febbraio, potrebbero nuovamente farsi strada tentativi, da parte di correnti sub-polari e relativamente fredde, di insidiare l’alta pressione con prospettive di qualche altra giornata instabile verso l’Italia, ma questa ipotesi evolutiva, vista abbastanza in là nel tempo, si propone certamente meno affidabile. Insomma, in un contesto caratterizzato sempre da una presenza media dell’alta pressione, sono da mettere nel conto un paio di fasi a maggior rischio instabilità, da valutare via via, poi, se queste fasi potranno avere un riscontro instabile apprezzabile sul nostro territorio e se magari anche a sfondo più invernale. La redazione di MeteoWeb continuerà a monitorare l’evoluzione del tempo nel più lungo periodo, apportando periodici aggiornamenti.