Previsioni Meteo: segnali dalla stratosfera indicano qualche cambiamento più invernale a marzo

Previsioni Meteo: riscaldamenti nella sezione medio-alta dell'atmosfera abbastanza ripetuti sul finire di febbraio, con successivo, possibile asse del VP favorevole a qualche fase più invernale. Le ultimissime per marzo

MeteoWeb

Riprendiamo ad analizzare nelle nostre consuete indagini sul medio lungo periodo, l’evoluzione alle quote medio-alte dell’atmosfera, più nello specifico nella media Stratosfera, intorno ai 30.000 m, per cercare di comprendere quali potrebbero essere le mosse future della circolazione anche nei bassi strati e, quindi, le sorti del tempo sull’Italia. Dall’analisi continuiamo a rilevare una tendenza a un certo riscaldamento in quella sezione atmosferica a iniziare dalla prossima settimana e con prosieguo fino a fine mese o anche oltre. Un riscaldamento in particolare che, come già rilevato in precedenti previsioni meteo sul lungo periodo, inizierebbe dai settori stratosferici euro-russi, per poi propagarsi verso quelli russo-canadesi.

L’evoluzione progressiva Ovest-Est dei warmings, comporterebbe una rotazione dell’asse del VPS dai settori canadesi gradualmente verso quelli europei. Attualmente l’asse dello stesso VPS è quello rappresentato nell’immagine in evidenza, posto palesemente tra il settore canadese e quello siberiano, e incentivante verso buona parte dell’Europa e anche sull’Italia un tipo di circolazione zonale stabilizzante. In seguito e ai progressivi warmings che nelle simulazioni di modelli matematici andrebbero compiendosi nei prossimi 10/15 giorni sempre intorno ai 30.000 m, l’asse ruoterebbe di continuo da Ovest verso Est fino a porsi, intorno alla fine della prima settimana di marzo, 6/7 del mese prossimo, nelle modalità espresse nell’immagine interna, ossia direzionato dal Polo verso l’Europa centrale e anche verso il nostro Mediterraneo.

Così come dedotto dalle simulazioni matematiche ultime, entro la prima metà di marzo il VPS si disporrebbe in modalità tale da favorire una fase più invernale per l’Italia, magari anche più consistentemente instabile. Ci sarebbe, però, da considerare quanto condizionante potrebbe essere questa posizione di VPS sul vortice Troposferico. Al momento un dubbio proviene proprio in questo senso, in quanto abbiamo una medio-bassa Stratosfera, immagine 2 interna, ancora notevolmente fredda e la possibilità che quelle manovre del VPS possano permeare gli strati più bassi dell’atmosfera, per intenderci, fin sulle nostre teste, per queste ragioni termiche in medio-bassa Stratosfera si riducono. In ogni modo, vedere nelle simulazioni una disposizione degli strati medio-alti dell’atmosfera più favorevole a inverno è comunque un primo passo in avanti per poter sperare in una conclusione più degna di questa stagione. La redazione di MeteoWeb continuerà a seguire l’evoluzione nel medio-lungo periodo, apportando periodici aggiornamenti.