Previsioni Meteo: febbraio termina con un esteso peggioramento su diverse regioni, in arrivo temporali e nevicate fino a bassa quota

Previsioni Meteo: prospettive per un finale di febbraio all'insegna dell'instabilità invernale

MeteoWeb

In riferimento alle previsioni meteo verso fine mese le simulazioni matematiche continuano a mostrare scenari instabili con connotati anche più freddi e invernali, come oramai i centri di calcolo stanno mostrando da qualche emissione. Dunque, anche con il dato serale è confermato un peggioramento del tempo più esteso e localmente anche importante verso il prossimo fine settimana. Nella sostanza, sul Mediterraneo centrale entrerebbe un nucleo di aria instabile proveniente dai settori scandinavi o marittimi settentrionali, quindi anche aria relativamente fredda, il quale poi, una volta tuffatosi nel Mediterraneo, innescherebbe un’ampia azione depressionaria proprio sull’Italia.

A una distanza ancora di cinque giorni è presto per individuare la traiettoria più credibile dell’azione depressionaria alle quote più prossime al suolo. Con buona probabilità essa potrebbe innescarsi dapprima in prossimità del Nord Appennino, apportando maltempo soprattutto sull’Emilia-Romagna, localmente anche al Nordest e, appunto, sull’Appennino settentrionale con piogge, temporali e nevicate fino a bassa quota sull’Emilia-Romagna, sul Nord Appennino e localmente anche sui settori alpini e prealpini. Possibili piogge anche sul Veneto centro-meridionale, sull’alto Adriatico in mare, localmente sulla Lombardia più orientale, scarsa influenza instabile, invece, stando ai dati attuali, sul resto del Nord.

Via via la bassa pressione scivolerebbe verso Sud, con spostamento del maltempo sulle regioni centro-meridionali. Tra queste, le più esposte potrebbero essere quelle del medio Adriatico, soprattutto Marche, Abruzzo, estremo Nordest Lazio, quindi il Reatino, anche il Molise e diverse aree meridionali, specie appenniniche. Le occasioni per nevicate raggiungerebbero anche l’Appennino centro-meridionale fino a quote collinari. Stiamo rilevando, naturalmente, scenari e aree coinvolte in base ai dati di oggi che, come sappiamo benissimo, possono cambiare anche radicalmente da qui al weekend. Per ora, al di là dei dettagli, il dato saliente è la conferma del peggioramento invernale, peggioramento che, naturalmente, seguiremo giorno per giorno con aggiornamenti quotidiani.