Previsioni Meteo: ipotesi instabilità invernale dal fine settimana, possibili rovesci e neve fino a bassa quota

Previsioni Meteo: possibili manovre umide crescenti dal Mediterraneo sudoccidentale e interferenze di aria fredda da Nordest con rischio ancora di instabilità invernale. Le ultimissime

MeteoWeb

Abbiamo già accennato nelle nostre previsioni meteo sul medio lungo periodo, alla possibilità che un po’ tutta la prima decade di marzo possa essere contraddistinta da un’azione mediamente fredda nordorientale influente anche in verso il Mediterraneo centrale e l’Italia. Questo rischio corre ancora anche sulla base degli aggiornamenti ultimi. In realtà, ancora non vi è un quadro chiaro, in termini barici, su come possa evolvere la situazione meteo nell’arco dei prossimi 10 giorni. Perlomeno non si vedono ancora dichiarate saccature instabili e fredde verso l’Italia. Tuttavia, si notano nelle simulazioni sempre più chiare predisposizioni in questo senso. I modelli sono ancora prudenti lasciando l’Italia in una sorta di limbo barico, dopo l’azione di una goccia fredda, questa più certa, che avrà luogo nelle prossime 48 ore.

Il quadro che possiamo sintetizzare a ora e riferito al periodo tra il 4 e l’8/9 marzo prossimi, è quello espresso nella cartina in evidenza: una media alta pressione ancora prevalente sui settori centro-occidentali europei, una defaillance barica tra i settori iberici meridionali e il Nord Africa e l’azione di una consistente circolazione fredda sull’Europa nord-orientale e anche orientale. Nel mezzo di queste azioni l’Italia che, allo stato attuale dei dati, lo ribadiamo, non è vista dichiaratamente interessata da qualcuna di esse, tuttavia, le manovre in campo suggeriscono con buona probabilità una verosimile “attrazione” tra la manovra instabile e umida crescente dalla Nord Africa e verso il Mediterraneo sudoccidentale e il flusso freddo artico-continentale appena alle porte dell’Italia, verso l’Istria. Se effettivamente le due azioni dovessero incrociarsi in corrispondenza proprio del territorio italiano, come pure diverse simulazioni modellistiche propongono,  su molte regioni tornerebbe l’instabilità a carattere invernale con nuove occasioni per piogge, rovesci e nevicate fino a bassa quota. Continueremo a monitorare questa possibile evoluzione del tempo per il corso della prima decade di marzo,  apportando quotidiani aggiornamenti.