Allerta Meteo della Protezione Civile: ancora piogge, temporali e vento forte al Centro-Sud

Ancora piogge, temporali e vento forte al Centro-Sud: allerta 'gialla' della Protezione Civile in 10 regioni

MeteoWeb

Una vasta area depressionaria, di origine atlantica, ha fatto ingresso oggi nel Mediterraneo occidentale, portando un consistente aumento della nuvolosità, con prime piogge sulle regioni di Ponente. Nel corso della giornata le precipitazioni interesseranno tutto il territorio nazionale, accompagnate da un aumento della ventilazione dai quadranti meridionali, specie al sud. Domani la perturbazione continuerà ad interessare l’Italia, con tempo spiccatamente instabile e precipitazioni anche temporalesche, specialmente al centro-sud.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione civile d’intesa con le regioni coinvolte ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse che estende quello diffuso ieri.

L’avviso prevede dal primo mattino di domani, giovedì 31 marzo, precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Campania e Basilicata tirrenica. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, giovedì 31 marzo, allerta gialla su Umbria, Lazio, Campania e Molise, su gran parte di Basilicata, Puglia e Calabria, sul settore orientale dell’Emilia-Romagna e su quelli occidentali di Abruzzo e Sicilia.

Bollettino di Vigilanza Meteorologica Nazionale per il 30 marzo 2022

Precipitazioni:

– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Toscana, Umbria, Lazio centro-settentrionale e Marche settentrionali, con quantitativi cumulati da deboli a moderati;

– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o breve temporale, su Liguria, Piemonte meridionale, rilievi del Triveneto e Lombardia orientale, Appennino settentrionale e Romagna, resto del Centro, Campania, Calabria, Sicilia, Basilicata occidentale e Puglia centro-meridionale, con quantitativi cumulati deboli.

Nevicate: al di sopra dei 1200-1500m sui settori alpini, con apporti al suolo generalmente deboli.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: massime in sensibile diminuzione al Centro-Nord.

Venti: forti, con raffiche di burrasca dai quadranti meridionali su Puglia, Sicilia e settori ionici di Basilicata e Calabria; localmente forti dai quadranti meridionali sul resto del Centro-Sud, specie su Sardegna e sui settori costieri tirrenici.

Mari: tendenti a molto mossi tutti i bacini, localmente agitati lo Stretto di Sicilia, lo Ionio e l’Adriatico meridionale.

Bollettino di Vigilanza Meteorologica Nazionale per il 31 marzo 2022

Precipitazioni:

– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Campania, con quantitativi cumulati moderati o puntualmente elevati sui settori centro-meridionali;

– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Toscana settentrionale, Appennino settentrionale, Marche, Umbria, Lazio meridionale e Basilicata occidentale, con quantitativi cumulati moderati;

– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o breve temporale, sul resto dell’Italia, con quantitativi cumulati generalmente deboli, puntualmente moderati al Centro-Sud e sul Triveneto.

Nevicate: al di sopra dei 1300-1500m sui settori alpini, con apporti al suolo deboli o puntualmente moderati.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: minime in locale sensibile aumento al Centro-Sud, massime in sensibile aumento al Nord-Ovest e sui settori ionici.

Venti: da forti a burrasca dai quadranti meridionali sulla Puglia e localmente sui settori ionici di Basilicata e Calabria; localmente forti dai quadranti meridionali sul resto del Sud e sul settore tirrenico centrale; localmente forti occidentali sulla Sardegna e dal pomeriggio sulla Sicilia e sui settori tirrenici, con raffiche di burrasca sulla Sardegna settentrionale.

Mari: tendenti ad agitati lo Ionio e l’Adriatico centrale, molto mossi i restanti bacini, dalla sera localmente agitato il Mar di Sardegna.

Bollettino di Vigilanza Meteorologica Nazionale per l’1 aprile 2022

Precipitazioni:

– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Campania meridionale, Basilicata occidentale e Calabria settentrionale, con quantitativi cumulati moderati o puntualmente elevati;

– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sicilia occidentale, resto di Campania, Lazio centro-meridionale, Liguria, Piemonte meridionale, alta Toscana, Triveneto e Lombardia, con quantitativi da deboli a puntualmente moderati;

– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulle restanti zone del Paese, con quantitativi cumulati deboli.

Nevicate: al di sopra dei 1200-1400m sui settori alpini, in calo durante il giorno fino a 800-1000m, dalla sera ulteriore calo fino a 400-500m al Nord-Ovest, con apporti al suolo generalmente moderati.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: massime in sensibile calo al Nord-Ovest e sui settori alpini.

Venti: da forti a burrasca dai quadranti occidentali su Sardegna in estensione a coste di Toscana e Lazio; localmente forti occidentali sul resto del Centro-Sud, su Liguria e sulla Romagna.

Mari: agitati il Mar di Sardegna e il Mar Ligure, molto mossi i restanti bacini occidentali e meridionali, tendenti ad agitati il Tirreno settentrionale e dalla sera i restanti bacini occidentali, fino a molto agitato il Mar Ligure.

Per monitorare la situazione meteo, ecco le migliori pagine del nowcasting: