Siccità: allerta rossa per incendi boschivi in Lombardia

"Le condizioni metereologiche attuali e il perdurare dell'assenza di precipitazioni stanno favorendo lo sviluppo di incendi boschivi, in particolare sui settori prealpini" della Lombardia, ha detto l'assessore regionale alla Protezione Civile, Pietro Foroni

MeteoWeb

La Sala Operativa della Protezione Civile regionale della Lombardia ha emesso un avviso di allerta rossa per rischio incendi boschivi su gran parte del territorio lombardo. “Le condizioni metereologiche attuali e il perdurare dell’assenza di precipitazioni – ha detto l’assessore regionale alla Protezione Civile, Pietro Foroni – stanno favorendo lo sviluppo di incendi boschivi, in particolare sui settori prealpini della regione. La situazione e’ costantemente monitorata dalla nostra Sala Operativa e grazie ai nostri mezzi regionali, sempre operativi in caso di necessita’, stiamo riuscendo a fornire azioni rapide e tempestive per contenere i roghi“.

In particolare, livelli di criticita’ elevata (rosso) sono previsti nel Verbano, sul Lario, nella zona Pedemontana occidentale, nelle Prealpi Bergamasche occidentali e orientali, nella zona del Mella – Chiese e sul Garda. In particolare, sono gia’ interessate da incendi le zone di Sonico (BS), Valvestino (BS), Botticino (BS), Montegrino Valtravaglia (VA), Nave (BS), Grassobbio (BS), Tirano (SO), Gandino (BG) e Varzi (PV).

“Per queste operazioni – ha sottolineato l’assessore – e’ stato raggiunto il numero massimo di elicotteri utilizzabili secondo quanto previsto dal Contratto del Servizio di Lavoro Aereo. Una situazione che non si verificava da anni”. “Per scongiurare il pericolo di innesco e propagazione degli incendi boschivi, si invita la popolazione ad adottare comportamenti corretti, a informarsi costantemente sulle previsioni di rischio incendi boschivi e avvisare le autorità competenti in caso di necessità o avvistamento, segnalando ogni principio di incendio (112 o Sala Operativa di Protezione civile regionale al numero 800.061.160)”, conclude la nota di Regione Lombardia.