Benzina, i Governi europei intervengono: in Slovenia e Belgio misure drastiche fanno crollare i prezzi

Caro Carburanti, all'estero i governi intervengono per mitigare gli aumenti dei prezzi della benzina e dell'energia

MeteoWeb

I governi europei intervengono per fermare il rialzo dei prezzi dei carburanti e dell’energia. In Slovenia, il Governo ha imposto un tetto ai prezzi di Benzina e diesel. La misura è in vigore da oggi. La Benzina senza piombo costerà al massimo 1.503 euro al litro, sei centesimi in meno al prezzo più basso registrato alle stazioni di servizio di lunedì, mentre il diesel avrà un limite di 1.541 euro, 13 centesimi in meno rispetto a ieri, informa la Sta. Il prezzo massimo alla pompa è stato reintrodotto lunedì dal governo sloveno per far fronte all’impennata dei prezzi del carburante registrato dopo l’invasione russa dell’Ucraina. L’obiettivo è “calmare la situazione sul mercato dei carburanti“, ha affermato il ministro dell’Economia sloveno Zdravko Pocivalsek.

Il governo del Belgio ha annunciato un pacchetto di misure da 1,33 miliardi di euro destinato a frenare i rincari dei costi energetici e del carburante. La decisione è stata annunciata durante una conferenza stampa dal ministro delle Finanze Vincent Van Peteghem. Le accise su benzina e diesel vengono ridotte a 17,5 centesimi a litro, mentre l’Iva sul gas dal primo aprile viene abbassata al 6% dal 21% attuale. Le famiglie che riscaldano la propria abitazione con gas propano o gasolio riceveranno inoltre un bonus di 200 euro.