Escursionista recuperato all’alba in val Passiria: ha trascorso la notte a -9°C, bloccato dal maltempo

L'allarme era scattato nel tardo pomeriggio di ieri, ma i soccorritori non avevano potuto raggiungere l'escursionista a causa del maltempo

MeteoWeb

La scorsa notte, intorno alle 4, l’elicottero di Trentino Emergenza ha recuperato in alta val Passiria, a 3.300 metri, un escursionista austriaco di 50 anni intrappolato in un canalone, in seguito ad una caduta. L’allarme è scattato ieri sera alle 18.45, ma diversi tentativi da parte di tre elicotteri, uno austriaco e due altoatesini, non sono andati a buon fine a causa del maltempo. Poi altri due tentativi da parte di Trentino Emergenza che, alle 4, è riuscito a raggiungere il ferito e portarlo all’ospedale Santa Chiara di Trento.

Trentino Emergenza, con il primo volo, nel cuore della notte, aveva lasciato una squadra del soccorso alpino a 2. 000 metri di quota per tentare di raggiungere il ferito a piedi. Per l’austriaco un’intera notte al gelo (-9 gradi) e gran lavoro delle tre centrali d’emergenza (Alto Adige, Trentino e Tirolo). Il ferito non è in gravi condizioni.