Guerra Ucraina, Protezione Civile: 58 pazienti ucraini accolti in Italia

Attivato anche il Disevac, servizio di evacuazione di soggetti fragili

MeteoWeb

La CROSS – Centrale Remota per le Operazioni di Soccorso Sanitario – attivata dal Dipartimento della Protezione Civile per il coordinamento del soccorso sanitario urgente dei cittadini ucraini, sta continuando a garantire il trasferimento dei pazienti presenti nei Paesi limitrofi all’Ucraina.

La Centrale oggi ha concluso il trasferimento – attraverso un volo della Guardia di Finanza –  di 15 pazienti, che saranno assistiti dai servizi sanitari delle regioni Emilia-Romagna, Toscana, Abruzzo e Lazio. A questi si aggiungono i 43 pazienti degli scorsi giorni, per un totale di 58 persone trasferite tramite MedEvac – Medical Evacuation dall’inizio dell’emergenza.

La CROSS, nell’ambito del Meccanismo Europeo di Protezione Civile e in risposta alla specifica richiesta della Direzione Generale per la Salute e la Sicurezza Alimentare della Commissione europea (DG SANTE), continuerà, in raccordo con i referenti sanitari regionali, la ricognizione dei posti letto disponibili nelle Regioni e Province Autonome e l’organizzazione del trasferimento dei pazienti.

Il Dipartimento ha inoltre attivato il Disevac –  Disability Evacuation – delle Misericordie di Italia: un servizio che garantisce l’evacuazione protetta e assistita di persone deambulanti fragili, non deambulanti con sedia a rotelle e allettati in barella dal confine tra Polonia e Ucraina all’Italia.