Spazio, missioni di lunga durata: la lattuga transngenica potrebbe salvare le ossa degli astronauti

La lattuga transgenica potrebbe produrre un ormone in grado di promuovere la salute e la crescita delle ossa

MeteoWeb

Secondo una ricerca presentata durante l’American Chemical Society Spring Meeting 2022, condotta dagli scienziati dell’Università della California, coltivare lattuga geneticamente modificata direttamente nello Spazio potrebbe consentire agli astronauti di ridurre il rischio di perdita ossea.
Come noto, le missioni di lunga durata, come quelle previste verso Marte, espongono gli astronauti a un lungo periodo di microgravità, che potrebbe provocare una significativa perdita ossea.

Secondo il team, guidato da Kevin Yates, Somen Nandi e Karen McDonald, la lattuga transgenica potrebbe produrre un ormone in grado di promuovere la salute e la crescita delle ossa.
In precedenza è stato dimostrato che gli astronauti in orbita perdono in media più dell’1% della loro massa ossea per ogni mese trascorso nello Spazio.
Gli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale seguono regimi di esercizio per mantenere la massa ossea, ma in genere le missioni sulla Stazione orbitante non superano i sei mesi di permanenza,” ha spiegato Yates. Raggiungere il Pianeta Rosso richiede invece circa 10 mesi, e la missione esplorativa potrebbe durare almeno un anno per studiare il pianeta e attendere un’orbita favorevole. Anni in condizione di microgravità potrebbero causare seri danni ossei.
Esiste un farmaco che contiene un frammento peptidico dell’ormone paratiroideo umano (PTH) che stimola la formazione ossea ma richiede iniezioni giornaliere e il trasporto di siringhe ed enormi quantità di medicinale sarebbe poco pratico. Abbiamo suggerito il trasporto di semi di lattuga transgenici. Le piante potrebbe permettere la sintetizzazione di prodotti farmaceutici in modo semplice ed efficace,” hanno spiegato gli autori dello studio.
Gli esperimenti sul laboratorio orbitante hanno già dimostrato la possibilità di coltivare lattuga in microgravità.
Questo approccio potrebbe anche aiutare a curare l’osteopenia nelle regioni della Terra in cui non vi è la possibilità di accesso ai farmaci tradizionali: i nostri risultati preliminari indicano che in media, le piante esprimono circa 10-12 milligrammi dell’ormone peptidico modificato per chilogrammo di lattuga fresca. Ciò significa che gli astronauti dovrebbero mangiare circa 380 grammi di insalata al giorno per garantire l’apporto adeguato dell’ormone,” ha evidenziato Yates.
Finora abbiamo esaminato solo alcuni ceppi di insalata, ma crediamo che sia possibile aumentare la possibilità di espressione del farmaco, in modo da ridurre la quantità di verdura necessaria,” ha concluso McDonald.