La NASA annuncia una “nuova emozionante osservazione” del telescopio Hubble, una scoperta “da record”

Mercoledì 30 marzo la NASA annuncerà una nuova scoperta del telescopio Hubble

MeteoWeb

Gli scienziati del programma Hubble Space Telescope condivideranno alcune scoperte tra pochi giorni, mercoledì 30 marzo.

In una nota, la NASA ha promesso un annuncio “per i libri dei record“, una “nuova emozionante osservazione” del telescopio. È difficile indovinare quale potrebbe essere questa scoperta, dato che il lavoro del telescopio spaziale Hubble si estende dagli esopianeti alle galassie alla misurazione dell’espansione dell’universo.

La NASA ha fornito poche altre informazioni oltre alla promessa che “il risultato di Hubble non solo estende la nostra comprensione dell’universo, ma crea un’entusiasmante area di ricerca per il futuro lavoro di Hubble con il telescopio spaziale James Webb appena lanciato dalla NASA“.

Webb è stato lanciato il 25 dicembre e sta allineando i suoi strumenti e specchi per prepararsi al lavoro di osservazione previsto per l’inizio di giugno, mentre Hubble sta per celebrare un altro anniversario del suo dispiegamento dallo Space Shuttle Discovery, avvenuto il 25 aprile 1990.

Negli ultimi mesi gli scienziati del team del telescopio Webb hanno evidenziato come i decenni di osservazioni di Hubble abbiano aperto la strada per il telescopio appena lanciato.
Sebbene Webb sia classificato un successore di Hubble, la NASA si aspetta che Hubble rimanga operativo ancora qualche anno.
Detto questo, Hubble ha subito un problema nell’ottobre 2021 che ha costretto a lasciare i suoi strumenti offline per diverse settimane, ma è tornato alla piena operatività a dicembre. L’osservatorio si è anche ripreso da un problema tecnico molto grave nel luglio 2021.

Gli astronauti a bordo della navetta spaziale erano soliti “revisionare” Hubble a distanza di pochi anni, ma quel lavoro è cessato quando il programma Space Shuttle è andato in pensione nel 2011. L’ultima missione di manutenzione su Hubble è avvenuta nel 2009.

Webb non riceverà di tali visite, perché è molto più distante: opera in un punto gravitazionale stabile chiamato Lagrange 2, a 1,5 milioni di km dalla Terra.

Molte delle ultime immagini di Hubble hanno a che fare con le galassie. Un paio di esempi includono una galassia a spirale che è alla base di parte dell’Ammasso della Vergine (di cui fa parte anche la nostra Via Lattea) e l’immagine dell'”occhio” polveroso di un’altra galassia molto simile alla nostra.