La natura che non ti aspetti: famiglia di volpi avvistata a Barricalla [VIDEO]

Nella Giornata mondiale della fauna selvatica che si festeggia il 3 marzo, compaiono le immagini di una famiglia di volpi che vive nell'impianto

MeteoWeb

Un posto sicuro, lontano dai pericoli e ricco di cibo. L’istinto di una mamma non sbaglia mai ed ė forse per questo che una famiglia di volpi ha scelto di eleggere come sua casa Barricalla, l’impianto di smaltimento di rifiuti speciali e produzione di energia solare pulita che si trova alle porte di Torino.

Le telecamere del servizio di sicurezza hanno più volte segnalato la loro presenza ma solo di recente sono riuscite a riprenderle in un breve video che mostra la mamma e il suo cucciolo durante l’esplorazione notturna nei pressi dei pannelli fotovoltaici.

L’avvistamento di animali selvatici ė frequente a Barricalla, che si colloca in un’area a ridosso della tangenziale e al confine con le aree verdi della cintura. Tra i visitatori dell’impianto troviamo piccoli roditori e uccelli rapaci tipici dell’area come i falchetti.

Di casa da ormai tanti anni, tre famiglie di api mellifere che sono utilizzate per il biomonitoraggio dell’impianto; il loro miele viene periodicamente estratto, analizzato e messo a confronto con un altro bottinato in una zona cosiddetta “bianca” per verificare lo stato di salute dell’area.

Che cos’è Barricalla

Barricalla è il principale impianto di smaltimento in Italia per i rifiuti speciali, pericolosi e non pericolosi, ed è situata a Collegno su una superficie di circa 150.000 metri quadrati. È immediatamente riconoscibile per l’ampio parco fotovoltaico visibile anche dall’esterno che lo identifica come produttore di energia pulita. Ogni anno infatti Barricalla è in grado di fornire 1,9 GWh di energia, destinata al territorio.
Oltre l’80% dei rifiuti che viene prodotto nel nostro Paese è composto da rifiuti speciali pericolosi e non: tutti devono essere analizzati, messi in sicurezza e smaltiti in maniera corretta perché non si tramutino nel tempo in danno ambientale e sociale per i territori e le comunità che le abitano. Rappresenta dunque un vero e proprio presidio sociale e di legalità.
Da oltre trent’anni, Barricalla, è un importante punto di riferimento per la corretta gestione delle sostanze potenzialmente pericolose di provenienza industriale e da terreni bonificati. Barricalla accoglie i rifiuti che non possono essere più reimpiegati nel ciclo produttivo smaltendoli in maniera corretta. L’intera struttura è progettata per garantire la massima affidabilità, con altissimi livelli di sicurezza passiva, a tutela dell’ambiente e delle comunità del territorio.
Sono circa 130.000 le tonnellate che, ogni anno, trovano collocazione nel sito torinese che conta un volume complessivo autorizzato di 1.832.650 metri cubi, articolati in cinque lotti, l’ultimo in attività inaugurato a settembre 2018 in occasione dei 30 anni di vita della Società.

Torino: famiglia di volpi avvistata nell’impianto di Barricalla [VIDEO]