Maltempo, nuove inondazioni flagellano l’Australia orientale: 2 morti e migliaia di evacuati | FOTO

Il maltempo sta flagellando il New South Wales settentrionale e il Queensland meridionale

  • Foto Darren England / Ansa
    Foto Darren England / Ansa
  • Foto Darren England / Ansa
    Foto Darren England / Ansa
  • Foto Darren England / Ansa
    Foto Darren England / Ansa
  • Foto Darren England / Ansa
    Foto Darren England / Ansa
  • Foto Darren England / Ansa
    Foto Darren England / Ansa
  • Foto Darren England / Ansa
    Foto Darren England / Ansa
/
MeteoWeb

Almeno 2 persone sono morte a causa delle inondazioni che hanno nuovamente colpito l’Australia orientale e che hanno costretto le autorità locali ad ordinare l’evacuazione di 14.500 persone in diverse città.
La tempesta sta flagellando il New South Wales settentrionale e il Queensland meridionale, la stessa regione colpita dalle inondazioni di fine febbraio e inizio marzo, che hanno causato 22 vittime.
Piogge torrenziali e tempeste di vento seguono di poche settimane le altre gravi alluvioni che hanno sconvolto città come Lismore, circa 600 km a Nord di Sydney, ancora in ginocchio per il precedente disastro.
I nuovi ordini di evacuazione precauzionali riguardano in particolare Lismore, Ballina e altre località nella regione dei Northern Rivers.