Dal mal di testa alle macchie sul corpo: il calvario di Marco, morto per meningite a 22 anni nel Trevigiano

Marco Innocente è morto a causa di una meningite da meningococco. Mercoledì i primi sintomi e nelle successive 48 ore la situazione è precipitata

MeteoWeb

Un ragazzo di 22 anni di Castelfranco Veneto (Treviso), Marco Innocente, è morto per le conseguenze di una meningite provocata da meningococco.
I primi sintomi, rinite ed epistassi, si erano manifestati nella giornata di mercoledì, mentre giovedì ha accusato una leggera febbre, cefalea, stanchezza e vomito. Poi, nel corso della notte tra giovedì e venerdì la sintomatologia si è aggravata con la comparsa di difficoltà respiratoria, dolore e debolezza agli arti inferiori e macchie al tronco ed al volto. Portato al pronto soccorso e sottoposto agli accertamenti e cure del caso Marco è deceduto nella mattinata di venerdì.
I successivi accertamenti hanno confermato il sospetto diagnostico iniziale di malattia invasiva da meningococco ed ulteriori approfondimenti di laboratorio hanno individuato come responsabile il sierotipo B.

La segnalazione di una meningite da meningococco comporta l’immediata attivazione di specifiche misure di igiene e sanità pubblica: l’inchiesta epidemiologica per l’individuazione dei contatti da sottoporre a sorveglianza sanitaria, ed eventualmente a profilassi.
Lo scorso fine settimana Marco era stato con alcuni amici anche presso la discoteca Max Max di Caerano San Marco e in Capannina a Jesolo

Una volta ricevuta la segnalazione, il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell’ULSS 2 si è attivato con l’indagine epidemiologica.
Tutti i contatti stretti sono stati individuati, raggiunti e sottoposti a profilassi: si tratta di circa 35 persone.